Cristina D’Avena canta la sigla del cartone animato de La Casa Di Carta (audio e testo)

Mentre si aspetta la quarta stagione della serie TV, Netflix condivide il trailer della versione cartone animato; a cantare la sigla è Cristina D'Avena!

6
CONDIVISIONI

Cristina D’Avena canta la sigla del cartone animato de La Casa Di Carta. Netflix condivide sui social una sorpresa per i fan della serie TV spagnola che ha conquistato anche l’Italia: è il trailer della versione cartone animato e vanta la voce di Cristina D’Avena che si presta per la sigla iniziale.

“Prima fai il più grande colpo della storia, poi – nel caso – lei ti canta la sigla”, sono le parole che accompagnano il video, un trailer di 44 secondi che ha già mandato in visibilio i fan della serie, pronta a divenire un cartone animato.
Lo annuncia Netflix, che detiene in esclusiva i diritti su La Casa De Papel – La Casa Di Carta, la serie TV spagnola ideata da Álex Pina che racconta le rapine e le vicende di un gruppo di persone guidato dal celebre Professore accomunate dal “non avere nulla da perdere”.

Nella prima stagione la storia narra gli sviluppi di una ambiziosa rapina alla Zecca di Stato Spagnola, a Madrid. Nella seconda stagione la rapina si chiude a favore del gruppo di ladri con la cifra record di banconote stampate per un valore complessivo di 2 miliardi e 400 milioni di euro stampati nei giorni del sequestro dell’edificio che consentono al gruppo di scappare senza lasciare tracce.

La terza stagione inizia con la necessità di far tornare Rio e la sigla cantata da Cristina D’Avena per il cartone animato de La Casa Di Carta accenna proprio a questo. Nei pochi secondi condivisi sui social, la regina delle sigle canta rime a favore del ritorno di Rio nel gruppo:

“Con l’appoggio che saprai darmi tu il colpo riuscirà
ora io lo so che se lotterò Rio tornerà
ciò che otterrà, io lo so, è la libertà”

Nessun dettaglio aggiuntivo è al momento noto sul cartone animato de La Casa Di Carta.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.