Molestie e bullismo sul set di The Rookie, Afton Williamson svela i retroscena del suo addio e spiega perché non tornerà

La verità sull'addio di Afton Williamson a The Rookie: l'attrice svela i retroscena che l'hanno spinta a non tornare per la seconda stagione

184
CONDIVISIONI

Grossi guai per la produzione di The Rookie. Dopo che la ABC ha rinnovato la serie con Nathan Fillion per la seconda stagione, Afton Williamson ha annunciato che non farà più parte del cast. La notizia era giunta una settimana fa, ma nessuno poteva immaginare i motivi che avrebbero spinto l’attrice a prendere questa decisione. Diverse ore fa, l’interprete dell’Agente Talia Bishop ha condiviso un lungo post su Instagram in cui ha spiegato ai suoi fan le ragioni dietro il suo addio a The Rookie, svelando un retroscena agghiacciante.

La star ha raccontato che durante le riprese del pilot avrebbe sperimentato episodi di discriminazione razziale da parte del reparto trucco, e di bullismo dai produttori esecutivi. Le cose sono peggiorate nel corso della stagione, quando una guest star della serie (l’attrice non ha fatto nomi) l’ha molestata. I casi apparentemente isolati sono precipitati durante il party per festeggiare la fine delle riprese, perché è stata aggredita sessualmente. Nonostante avesse denunciato il fatto direttamente allo showrunner di The Rookie, che le ha promesso che avrebbe fatto il possibile per licenziare il suo molestatore, alla fine non è stata avviata alcuna indagine interna. Il fatto è stato quindi archiviato. Come spiega Afton:

Il Capo del dipartimento è stato licenziato solo dopo l’aggressione sessuale, e non per un anno intero in cui ha tenuto un comportamento da bullo, usando parole oltraggiose e razziste, sia fuori che dentro il set.

Solo in seguito al rinnovo per una seconda stagione, l’attrice ha partecipato a un’unica indagine in cui erano presenti lo showrunner, il suo agente, due produttori e dei rappresentati del sindacato americano SAG-AFTRA. In quel momento era chiaro che nessuno fosse a conoscenza del grave episodio di molestie, anzi Afton è stata obbligata a continuare a lavorare con l’attore che aveva denunciato, poiché era scritto nel copione. Oltre al danno, la beffa; la Williamson non poteva più tollerarlo, e si è decisa a lasciare The Rookie:

Mi è stato chiesto di tornare questa stagione con la promessa che tutto sarebbe stato gestito. L’indagine non è neanche iniziata ma la produzione della seconda stagione sì. Ho rifiutato e me ne sono andata. Questo è il momento migliore per essere una donna. Ho una piattaforma ed è ora di usare la mia voce. La forza viene da qui dentro. E da Lassù. 

View this post on Instagram

I will not be returning for Season 2 of The Rookie. I owe it to you my amazing fans to share the Truth. Throughout the filming of the pilot, I experienced Racial Discrimination/Racially Charged inappropriate comments from the hair department and bullying from Executive Producers. During the Season, it continued along with Sexual Harassment from a recurring guest star and the racist commentary & bullying from the Hair Dept. Head escalated into Sexual Assault at our Wrap party.The Sexual Harassment though reported directly to the Showrunner/EP remained undocumented and was not reported to HR as promised. The Hair Dept. Head was fired ONLY after the sexual assault and NOT for an entire year of outward racism/racially charged language and bullying behavior in and out of the Hair and Makeup trailer. HR protocol was never adhered to following the above reports given by me to my Showrunner/EP and an investigation was never issued for any of my claims. The only time I was asked to participate in an investigation was after a meeting I called in June following our Season 2 announcement. This meeting included the Showrunner and two other producers as well as my agent and SAG-AFTRA Union Rep. It was clear to all present in the meeting that the Showrunner had not shared my reports with the any of the producers. After my initial report of sexual harassment, I was assured that the actor would be fired. I was also asked to film with him the very next day as a courtesy to the script, even though we had not begun filming the episode yet. This actor reappeared on our call sheet at the end of the season, I was even written in scenes with him. I asked the Showrunner about this and he admitted to me that the actor had not been fired nor had he gotten HR involved. I was asked to return this season, and promised that “everything was handled.” The investigation hadn’t even begun and Season 2 had already started filming. I turned it down and I walked. Now is the best time in the world to be a woman and I have a platform so it’s time to use my Voice. Strength comes from within. It comes from Above. “Greater is He that is within Me than he that is in the world” ❤️🙏🏽

A post shared by Afton Williamson (@therealaftonw) on

Di sicuro le rivelazioni di Afton Williamson avranno conseguenze sulla produzione della serie. Il caso di The Rookie si aggiunge a quello di Bull, finito con l’archiviazione delle accuse di molestie.

[Aggiornamento] ABC e eOne, lo studio di produzione, hanno avviato un’indagine interna per verificare le dichiarazioni dell’attrice.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.