Fine tour per Laura Pausini e Biagio Antonacci, senza ripresa autunnale né album live

Laura e Biagio insieme sul palco solo negli stadi, senza riprese nei palasport né DVD live

25
CONDIVISIONI

Il tour di Laura Pausini e Biagio Antonacci è giusto al termine e non ci sarà una ripresa autunnale né invernale nei palasport italiani, come si poteva invece ipotizzare. Laura e Biagio hanno dato vita ad uno spettacolo congiunto, unico, che ha avuto la sua sola dimensione negli stadi italiani, nel periodo estivo.
Sono questi e rimarranno questi gli unici concerti di Laura Pausini e Biagio Antonacci, insieme sullo stesso palco per una manciata di eventi ormai conclusi.

Chi non ha preso parte ai concerti non avrà altre possibilità: non ci saranno nuove date dopo l’estate né una ripresa invernale. Il tour di Laura e Biagio non farà tappa nei palazzetti e si chiude così.

Non è previsto al momento neanche un album live. Chi pensava che la tournée di concerti sarebbe stata il pretesto per il rilascio di musica insieme dovrà presto ricredersi. Alla data odierna non è giunta alcuna comunicazione su un’eventuale disco live dei due né è in programma. Non ci sarà neanche un DVD live a riassumere i momenti più belli vissuti sul palco dai due colleghi italiani uniti da una grande amicizia.

Ci sarà invece un documentario realizzato da Jader Carta, il figlio di Paolo Carta, attuale compagno di Laura Pausini e suo musicista, padre di Paola. Jared Carta si è occupato di riprendere scene backstage già finite sui social ufficiali di Laura Pausini nel corso della tournée, tappa dopo tappa.
Ora per Laura si prospetta un periodo di pausa, ma nessuno stop alla musica come annunciato erroneamente in rete nelle scorse settimane. La pausa si rende necessaria, indispensabile, la lavorazione a nuovi progetti.

Laura infatti ha spiegato sui social di dover lavorare a nuovi inediti da inserire nel prossimo disco e di non avere al momento alcun pezzo pronto.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.