Per Huawei Mate 20 e 20 Pro una nuova esperienza audio e video con l’aggiornamento 131

Gamma top beneficia ora di una nuova tecnologia bluetooth a latenza bassa, ecco a cosa serve

42
CONDIVISIONI

Tutti avvisati i possessori di un Huawei Mate 20 (o quasi). Un nuovo aggiornamento, ora in prima distribuzione, porterà a bordo degli smartphone di fascia alta una nuova esperienza bluetooth per ascoltare musica e godere dell’intrattenimento video con una qualità più elevata.

Il riferimento è all’aggiornamento siglato con firmware 9.1.0.131, il cui peso è niente affatto esiguo, ossia pari a 4.03 GB. L’update porta con se la patch di sicurezza Google del mese di luglio ma come facilmente intuibile, il suo punto di forza non è niente affatto questo. Per quanto anche l’aspetto delle vulnerabilità corrette dagli sviluppatori sia fondamentale, Il plus è piuttosto una nuova funzione bluetooth che andrà dunque dettagliata in questo articolo.

Proprio con l’aggiornamento 131, i Huawei Mate 20 beneficiano ora della tecnologia Bluetooth a latenza ultra bassa. Questa, in parole semplici, serve a garantire agli smartphone un suono di alta qualità e la migliore sincronizzazione simultanea di audio e video. Ciò vuol dire che i possessori dei telefoni otterranno dunque un’esperienza audiovisiva più immersiva e pure più fedele alla realtà.

Quali sono esattamente i Huawei Mate 20 che beneficiano dell’ultimo e corposo aggiornamento? Sono interessati in prima battuta i Huawei Mate 20 negli esemplari HMA-AL00 e HMA-TL00; ancora sono coinvolti i Huawei Mate 20 Pro nelle versioni LYA-AL00, LYA-AL10 e LYA-TL00 e per finire anche tutti gli esemplari di Huawei Mate 20 RS e Huawei Mate 20 X. Fa eccezione insomma solo il Huawei Mate 20 Lite come smartphone di fascia media che forse non riceverà il nuovo plus bluetooth a latenza ultra bassa, a meno di qualche nuovo intervento futuro degli sviluppatori.

Il rilascio dell’aggiornamento 131 per i Huawei Mate 30 è appena partito in Cina. La sua distribuzione globale non si darà attendere e dunque in Italia non tarderà se non (al massimo) qualche giorno o al massimo un paio di settimane.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.