I film di The Walking Dead rimetteranno insieme Daryl e Rick? La risposta di Norman Reedus

I film di The Walking Dead riuniranno la coppia formata da Daryl e Rick?

5
CONDIVISIONI

Attualmente si sta lavorando alla decima stagione di The Walking Dead ma c’è già chi guarda al futuro e, in particolare, ai famosi film che saranno dedicati alla figura di Rick Grimes. Andrew Lincol ha lasciato la serie “stanco” dei ritmi di lavorazione e bisognoso di frenare un po’ per godersi la vita e la sua famiglia ma presto metterà da parte queste vacanze (che durano ormai da quasi un anno) e tornerà a lavoro proprio per la trilogia di film a lui dedicata e già annunciata in più occasioni.

Non sappiamo ancora se i film riguarderanno il periodo pre apocalisse o quello post apocalisse e, quindi, la sua scomparsa da Alexandria a bordo di quell’elicottero, fatto sta che in molti si chiedono quali dei protagonisti della serie potremo vedere nei film. A rivelare l’arcano è proprio uno degli storici volti noti della serie ovvero Norman Reedus che al Comic-Con ha spiegato:

“Sicuramente penso che, se è nelle carte, ciò dovrebbe senza dubbio accadere. È un gruppo talmente unito che sarebbe difficile non avere quella famiglia come parte della dinamica di questa storia, capisci cosa intendo? Daryl ha cercato il suo corpo molto a lungo, per lui è come se mancasse un pezzo del puzzle, è difficile da mandare giù.”

Dello stesso parere sono Jeffrey Dean Morgan e Cailey Fleming. Quest’ultima si è detta pronta a incontrare il suo padre televisivo perché tutto quello che sa di lui è quello che gli altri le hanno raccontato visto che sa che lui è morto in quella famosa esplosione sul ponte. Dall’altra parte, il volto di Negan, conferma:

“Speriamo che il film, qualunque esso sia, si legherà a ciò che abbiamo già costruito con in tv e almeno un personaggio o due che sono nello show siamo presenti, perché questo mondo è così grande e vasto ma è sempre una famiglia e continueremo così”.

Infine, tornando a The Walking Dead 10 in onda da ottobre negli Usa e in Italia, è sempre Norman Reedus che svela che quello che ci attende è un clima di paranoia totale visto che, con la promessa dei Sussurratori di attaccare, non si sa mai di chi fidarsi:

“È diverso. C’è un intero tema di paranoia quest’anno, perché non sai chi è che. Tutto questo provocherà una spaccatura all’interno dei gruppi in cui non sai se puoi fidarti, ci sono spie, è un modo totalmente inquietante di affrontare le cose”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.