Inarrestabile Huawei Mate 20 Lite con EMUI 9.1 dal 25 luglio in Cina: tempi rilascio italiano

Non solo il Mate 20 Lite ma anche altri 4 smartphone Huawei e Honor interessati dal rilascio presto anche globale

17
CONDIVISIONI

Il Huawei Mate 20 Lite ha cominciato a ricevere l’interfaccia EMUI 9.1 in queste ore, proprio in conclusione del corrente mese di luglio. La conferma assoluta del rilascio è pervenuta dal produttore in una nota rilasciata per il mercato cinese ma che in realtà anticipa solo di poco la stessa disponibilità globale.

Il Huawei Mate 20 Lite proprio in Cina è in realtà noto come Huawei Maimang 7. Appunto per questo esemplare, è appena partita la distribuzione di EMUI 9.1, come testimoniato anche dalla locandina in chiusura articolo.

Quali saranno in pratica i tempi nostrani con i quali sempre il Huawei Mate 20 Lite verrà raggiunto da EMUI 9.1 nel nostro paese? La distribuzione seguirà nel resto del mondo, dopo la Cina appunto, nel giro di qualche settimana. Insomma, entro e non oltre la fine di agosto, tutti gli esemplari dello specifico modello potranno beneficiare dell’ultima esperienza software proprietaria.

Questo approfondimento non sarebbe completo senza il riferimento ad altri 4 smartphone Huawei che hanno ricevuto, allo stesso tempo, proprio EMUI 9.1 in Cina. Si tratta dei seguenti esemplari: Huawei Nova 4, Huawei Nova 3i. Huawei Enjoy 9 Plus e Honor 8X. Anche per questi ultimi modelli la distribuzione dovrebbe varcare i confini del paese asiatico nel giro di poco tempo e dunque giungere anche nel nostro paese entro la fine di agosto. Insomma, l’ultima parte della stagione stiva si preannuncia più che mai rovente e interessante per tanti possessori di un dispositivo appunto Huawei ma anche Honor.

Come già noto, EMUI 9.1 porterà sul Huawei Mate 20 Lite e su tutti gli altri device qui menzionati, la nuova esperienza GPU Turbo 3.0 per gli amanti dei titoli di gaming mobile che ora sarà possibile fruire con prestazioni ancora migliorate. Allo stesso tempo, sempre l’ultima interfaccia introdurrà il nuovo Extendable Read-Only File System (EROFS) per migliori performance dei telefoni fino al 20% più veloci e con la riduzione complessiva dello spazio di memoria riservato al sistema operativo.

Commenti (2):

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.