Ischia Global Festival, un evento unico e diverso dove ho rincontrato Bob Geldof

L’atmosfera di questo festival di Film e Musica è unica. Completamente informale, non hai a che fare con manager o addetti stampa, ma incontri i personaggi a pranzo, in piscina, di notte al bar o a cena

148
CONDIVISIONI

Per la prima volta ho accettato l’invito che mi ha fatto Pascal Vicedomini di andare all’Ischia Global Festival e mi sono pentito… di non esserci andato prima.

Sono stato attratto dalla presenza di Bob Geldof, l’inventore del Live Aid, che mi interessava incontrare nuovamente dopo anni e tante cose fatte insieme.

L’atmosfera di questo festival di Film e Musica è unica. Completamente informale, non hai a che fare con manager o addetti stampa, ma incontri i personaggi a pranzo, in piscina, nella notte al bar, alle cene di gala. La magia di questa situazione, come mi ha detto Pascal nella breve intervista che gli ho fatto prima di rientrare nel mondo da questa isola verde, è che agli artisti non viene chiesto di fare nulla e alla fine fanno di più di quello che ci si potrebbe aspettare.

Così vedi il mio amico Andrea Griminelli esibirsi prima di una cena di gala lasciando tutti attoniti per la bravura di quello che in tanti sostengono essere il più bravo flautista al mondo. Oppure scopri Eliot Coco Sumner, figlia di Sting e Trudie Styler, che canta con una voce che somiglia tanto al padre. Ti ritrovi a pranzo con Sonia Nassery Cole, una regista di Kabul che ha fatto un film, “Black Tulip”, dove ha rischiato la vita… una donna afgana, che fa un film contro i talebani in Afganistan… è stata torturata ma il film che ha ricevuto tanti premi. Nell’intervista mi racconta anche del suo nuovo “I Am You”, che racconta una storia vera di esodo di rifugiati di guerra che partono dall’Afghanistan e attraversano Iran, Turchia e Grecia per arrivare in Germania. Intanto senti Al Bano che canta nella hall. Incontri Marco Bellocchio che ti conferma: “Sì, per i pugni in tasca volevo Gianni Morandi come protagonista. Ma tutti i suoi manager dissero no e presi Lou Castel”. O discuti nella notte con Bob Geldof di tante cose, mentre lui e la moglie Jeanne Marine sorseggiano un amaro come se fosse preziosissimo e introvabile.

Ma, soprattutto, assisti a visioni esclusive di film seduto su una lingua di cemento in mezzo al mare con lo schermo appoggiato sulla roccia.

Conosco Pascal Vicedomini da tanti anni. Ho sempre visto che organizzava Festival del cinema a Capri e Ischia, per poi fare escursioni a Hollywood. Ho sempre pensato fosse un folle. Ma mai avevo vissuto qualcosa organizzato da lui ed è stata una vera scoperta. Incredibile come riesca a riunire tanti personaggi con storie importanti vissute e da raccontare. Accanto a lui, nella direzione artistica di Ischia Global Festival, c’è Marina Cicogna, la produttrice donna più importante che il cinema italiano abbia mai avuto, vincitrice di un Oscar con “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”. Nel board con loro ci sono anche Tony Renis e Franco Nero.

Il video che ho realizzato documenta solo la minima parte di quello che è accaduto a Ischia nei tre giorni che sono riuscito a rimanerci. Il prossimo anno spero di ritagliarmi l’intera settimana.

Bravo Pascal

www.roxybar.tv

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.