Apex Legends avvisa i furbetti, vietato usare mouse e tastiera su console?

I ragazzi di Respawn Entertainment hanno avvisato la community: meglio non accaparrarsi vantaggi sfruttando metodi illegittimi

5
CONDIVISIONI

La seconda stagione di Apex Legends è nel pieno del suo svolgimento, con il Battle Royale che sta provando a risollevarsi dopo il tracollo degli scorsi mesi. Un vero e proprio peccato per il titolo di Respwn Entertainment ed Electronic Arts, considerando soprattutto il lancio a dir poco brillante che ne ha caratterizzato le prime due settimane di vita (con il numero di utenti unici che ha superato in pochissimo tempo i cinquanta milioni).

Il team di sviluppo sta provando ad adeguarsi alle richieste (anche pressanti) della community, sebbene sotto il profilo tecnico abbia già le sue gatte da pelare. Come segnalato da Segmentnext, sembra infatti che Apex Legends stia combattendo la sua personalissima battaglia contro una frangia alquanto specifica della community, quella impegnata a giocare su console sfruttando la combinazione Tastiera e Mouse.

Come tutti gli appassionati di sparatutto ben sanno, questa unione rappresenta la soluzione migliore per chi cerca precisione assoluta nelle fasi di shooting, sebbene su console questo non sia propriamente corretto. Per rendere infatti il tutto possibile i furbetti di turno, nell’edizione del gioco per Xbox One, sfruttano un tool che “inganna” la console e fa credere che gli input arrivino da un pad, mentre la realtà delle cose è ben diversa.

Ovviamente i ragazzi al lavoro su Apex Legends sono già alla ricerca di una soluzione al problema, sebbene non siano mancati fin da subito adeguati avvertimenti a tutti coloro che provano ad accaparrarsi questo vantaggio per riuscire ad avere la meglio nel corso degli scontri contro altri giocatori.

Non è per il momento dato sapere quando (e se) arriverà una patch adeguata in Apex Legends che ponga un freno a tutto questo. Nel frattempo quello che è certo è che il gioco continuerà nella sua opera di aggiornamento, sfornando contenuti che permettano al Battle Royale di tornare a compete a distanza con quello di cui a tutti gli effetti è il diretto concorrente, vale a dire Fortnite.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.