Settimana decisiva per Honor 10 e Honor 8 Pro: stavolta EMUI 9.1 è davvero ad un passo

Dettagli molto interessanti quelli trapelati oggi 22 luglio per due prodotti molto popolari qui in Italia

8
CONDIVISIONI

Giungono in queste ore alcune notizie molto incoraggianti per i tanti utenti in possesso di un Honor 10, o in alternativa di un Honor 8 Pro. Dopo una lunga attesa, infatti, finalmente a strettissimo giro sarà possibile toccare con mano l’aggiornamento impostato su EMUI 9.1 in giro per il mondo, almeno stando alle indiscrezioni che sono emerse questo lunedì. Cerchiamo dunque di fermarci un attimino, analizzando più in profondità tutto quello che abbiamo raccolto anche per il pubblico italiano.

Circa due settimane fa abbiamo riportato sulle nostre pagine l’avvio della distribuzione della patch di giugno per Honor 10, ancora una volta impostata su EMUI 9. Oggi 22 luglio, però, i tempi sembrano essere maturi per fare uno step in più, almeno stando alle anticipazioni che ci sono state fornite da una fonte affidabile come Huawei Central. Nel dettaglio, uno dei siti più vicini al colosso cinese ci parla finalmente di date specifiche per i due device menzionati ad inizio articolo.

Scendendo maggiormente in dettagli, trapela che l’aggiornamento ottimizzato su EMUI 9.1 sarà disponibile sui due smartphone a partire dal prossimo 26 luglio. Un vero e proprio conto alla rovescia, che a dirla tutta è stato annunciato dalla divisione indiana del produttore. Tuttavia, negli anni Honor ci ha insegnato che il gap temporale tra un Paese e l’altro sia minimo per quanto riguarda la distribuzione di un nuovo aggiornamento. Anche quando si tratta di un firmware così importante e pesante.

Morale della favola? Ritengo assai probabile che entro la fine di luglio si possa assistere a qualche segnalazione anche qui in Italia da parte di possessori di Honor 10 o dello stesso Honor 8 Pro, in riferimento all’arrivo della notifica per installare via OTA il nuovo aggiornamento EMUI 9.1. E voi che ne pensate? I tempi sono ormai maturi per fare questo passo nel nostro Paese?

Commenti (1):

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.