Tiziano Ferro racconta l’amore con Victor su Vanity Fair: il primo incontro, la convivenza, il matrimonio

Vanity Fair racconta in esclusiva il matrimonio e l'amore di Tiziano Ferro e Victor sul numero in edicola questa settimana

8
CONDIVISIONI

Tiziano Ferro racconta l’amore con Victor su Vanity Fair: non ha mai comunicato nulla, né lasciato intravedere niente, se non a cose fatte. Se dal singolo Buona (Cattiva) Sorte avremmo dovuto immaginare qualcosa, la conferma è giunta solo qualche giorno fa dopo il matrimonio italiano che si è tenuto a Sabaudia. 

In realtà Tiziano Ferro e Victor Allen erano già sposati. I due sono convolati a nozze in America, in una cerimonia al cospetto di circa 100 invitati – quasi tutti di Victor – ed Elisabetta Canalis in abito rosso, ricorda Tiziano.

“Chi l’avrebbe mai detto che il primo matrimonio gay a cui avrei partecipato sarebbe stato il mio!”, ironizza nel discorso con il quale ha accolto gli ospiti dopo il matrimonio americano. A quella in America ha fatto seguito una cerimonia in Italia, nella sua casa di Sabaudia, un rito ristretto con una quarantina di parenti ed amici del cantante.

La crisi e la richiesta di aiuto, il coming out e l’accettazione di sé, poi l’amore della sua vita e il matrimonio. Ora Tiziano vuole un figlio e Victor ha già detto che è pronto ad accontentarlo.

“Sono nato e cresciuto a Latina e non era per niente cool essere gay. Io amo la mia città e il mio Paese ma è stato difficile. Sono cresciuto sentendomi dire che tutto quello che provavo era sbagliato. La musica mi ha salvato dal degrado che sentivo e vedevo, un degrado spirituale, una morte interiore”, ricorda Tiziano Ferro che forse se non si fosse trasferito all’estero non avrebbe mai avuto il coraggio di vivere serenamente l’amore e la sua stessa esistenza.

“Il successo mi è scoppiato tra le mani” e allora ha detto a se stesso di “stare zitto e lavorare”, “Mi dicevo: il resto arriverà. Così ho congelato tutto per anni” fino ai 28, quando non ce l’ha fatta più. “A 28 anni non sono più riuscito ad alzarmi dal letto” e ha trovato il coraggio di chiedere aiuto. L’analisi è partita dal suo rapporto con il cibo, una vera dipendenza, ma non l’unico problema nella vita sofferta del cantante influenzata dalla non possibilità di essere se stesso.

“Non volevo una vita segreta, ne volevo una vera. E se non la potevo avere, allora non avrei avuto nessuna vita”. Tiziano ha così iniziato un percorso di analisi con una dottoressa, alle pagine di Vanity Fair ha affidato il suo coming out e sulle stesse pagine racconta il suo matrimonio affinché sia un esempio per tutti i giovani come lui timorosi di vivere serenamente il proprio amore per una persona dello stesso sesso.

Ha conosciuto Victor per caso, mentre cercava un caffè negli studi di Warner Bros. Qualche anno dopo sono andati a convivere e la proposta di matrimonio l’ha già raccontata!

Il racconto completo e l’intervista a Tiziano Ferro è disponibile sul nuovo numero di Vanity Fair, in edicola da oggi.

Per restare sempre aggiornato, aggiungi ai tuoi contatti su smartphone il numero 3770203990 e invia un messaggio WhatsApp con testo “NEWS”. Il servizio è completamente gratuito! In qualsiasi momento sarà possibile disdirlo inviando un messaggio con testo “STOP NEWS” allo stesso numero.
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.