È morto Andrea Camilleri, il papà di Montalbano si è spento a 93 anni

È morto Andrea Camilleri, il celebre maestro, scrittore siciliano e creatore de Il Commissario Montalbano, si è spento a 93 anni

102
CONDIVISIONI

È morto Andrea Camilleri. Lo scrittore siciliano, tra i più noti e amati della letteratura contemporanea, si è spento stamattina, alle 8:20 all’ospedale Santo Spirito di Roma. Il genio di Empedocle era stato ricoverato lì lo scorso giugno, in seguito a un arresto cardiaco. Da allora le sue condizioni erano rimaste, sì stabili, ma gravi.

La morte è stata comunicata dalla Asl Roma 1, che ha spiegato come la sua situazione di criticità si fosse aggravata nelle ultime ore, compromettendo infine le funzioni vitali. Camilleri, famoso per la serie letteraria de Il Commissario Montalbano, ci lascia a 93 anni, con un profondo vuoto nel cuore di tutti coloro che lo stimavano. L’ospedale romano ha comunicato inoltre che “per volontà del Maestro e della famiglia le esequie saranno riservate. Verrà reso noto dove portare un ultimo omaggio”.

Camilleri era uno scrittore infaticabile. Nella sua lunga carriera si contano oltre cento libri, a cominciare da Un filo di fumo, pubblicato già in veneranda età  (nel 1980); è il romanzo in cui compare per la prima volta la cittadina inventata di Vigata in Sicilia, che farà da sfondo alle vicende della sua creatura più nota, Il Commissario Montalbano. Quest’ultimo debutterà sulle pagine de La forma dell’acqua (1994). Non solo autore; Andrea Camilleri era anche un drammaturgo, un autore teatrale e televisivo, un regista radiofonico e, un militante antifascista.

“Se potessi, vorrei finire la mia carriera seduto in una piazza a raccontare storie e alla fine del mio cunto passare tra il pubblico con la coppola in mano”, queste le parole che Camilleri rivolgeva a chiunque gli chiedeva come mai, a 93 anni, non fosse ancora andato in pensione, nonostante la malattia (la cecità) che lo accompagnava da tempo.

Morto Andrea Camilleri, il mondo della cultura italiana piange un poeta che utilizzava le parole per dar voce ai suoi pensieri, e credeva fermamente che fosse l’unica via possibile verso la salvezza. Non a caso, l’antieroe Montalbano, che sullo schermo ha le fattezze di Luca Zingaretti nella fiction di successo Rai, è portatore di questa visione, pur consapevole che spesso la verità sia spesso difficile da tollerare.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.