Addirittura 150 euro di sconto per Huawei Mate 20 Pro a rate con Vodafone dal 17 luglio

Maggiori dettagli in merito alle promozioni ufficializzate proprio in queste ore per alcuni utenti

39
CONDIVISIONI

Ci sono importanti novità che possiamo considerare valide a partire da oggi 17 luglio per tutti coloro che da mesi stanno valutando la possibilità di acquistare un Huawei Mate 20 Pro. Soprattutto per chi intende procedere con la transazione solo a rate, magari sfruttando la nuova proposta commerciale di Vodafone, dopo che il device brandizzato ha iniziato a ricevere l’aggiornamento con EMUI 9.1 come avrete notato con un nostro recente report. Proviamo dunque ad esaminare tutti gli aspetti di questa nuova offerta molto allettante.

Secondo gli SMS in circolazione da questo mercoledì, infatti, alcuni già clienti Vodafone potranno portarsi a casa un Huawei Mate 20 Pro a soli 9,99 euro al mese, con trenta rate previste per il proprio vincolo e zero anticipi. Stando a quanto annunciato dalla compagnia telefonica tramite il messaggio in questione, pare che a disposizione ci siano ancora pochi pezzi. Per questo motivo tutti sono invitati a recarsi presso uno store ufficiale in tempi ristretti, in modo da raccogliere tutti i dettagli in questione.

Il calcolo sul costo totale per gli utenti coinvolti nella promozione non è complicato, visto che il prezzo totale dello smartphone in questo caso ammonta ad appena 300 euro. Per farci un’idea più precisa sulla convenienza della promozione è sufficiente tenere a mente che solitamente Vodafone propone questo smartphone con rate che ammontano a poco meno di 15 euro, con un risparmio totale pari addirittura a 150 euro.

Insomma, siamo indubbiamente al cospetto di una delle offerte più interessanti degli ultimi tempi, considerando anche il prezzo medio dei principali store online per Huawei Mate 20 Pro. Il tutto senza dimenticare che siamo al cospetto di un top di gamma in grado di difendersi alla grande anche al cospetto dei prodotti di fascia alta lanciati sul mercato nello scorcio iniziale del 2019. Che ne pensate di queste proposte?

Commenti (1):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.