Polemiche per la data dei BTS in Arabia Saudita, i fan chiedono alla band di boicottare

Dopo la rinuncia di Nicki Minaj a supporto della comunità LGBT si attende una replica della band sudcoreana

1
CONDIVISIONI

L’annuncio della data dei BTS in Arabia Saudita ha fatto esplodere le polemiche. La band k-pop famosa in tutto il mondo, nelle ultime ore, ha annunciato che l’11 ottobre 2019 si esibirà presso il King Fahd International Stadium di Riyadh, in Arabia Saudita e tra i fan è scoppiato il caso.

La notizia arriva a pochi giorni dalla vicenda di Nicki Minaj, che era stata invitata dalla Human Rights Foundation a boicottare il suo concerto programmato per il 18 luglio in occasione della rassegna Jedda World Fest. La fondazione HRF le aveva inviato una lettera firmata dal presidente Thor Halvorssen nella quale la si informava circa la violazione dei diritti umani ai danni delle donne e della comunità LGBT. Pochi giorni dopo la rapper, dopo aver riflettuto, aveva deciso di rinunciare al concerto per unirsi alla protesta degli attivisti.

La politica sui diritti umani dell’Arabia Saudita, ora, è al centro di una polemica che ha colpito i Bangtan Sonyeondan (BTS, appunto) specialmente da parte dei fan. Le reazioni sono di due nature: secondo una prima linea di pensiero, infatti, l’arrivo dei BTS in Arabia Saudita sarebbe un segnale di apertura, ma secondo buona parte dei commenti espressi non è esattamente così.

L’opinione più condivisa, infatti, si può riassumere nel commento divenuto più popolare:

Fermi un attimo, i BTS sono ambasciatori delle Nazioni Unite e hanno deciso di tenere un concerto in Arabia Saudita? Letteralmente il Paese con i peggiori diritti umani? Dove la comunità LGBT+ è punita con la morte? Dove le donne hanno quasi zero diritti?

Tra i commenti al vetriolo, invece, troviamo:

Questa sì che è una mossa deludente, un vero e proprio dito medio rivolto alle donne saudite, ai fan che fanno parte della comunità LGBT ma anche ai fan musulmani, specialmente per quello che sta succedendo in Yemen. Questo non contraddice il loro messaggio? “Love Yourself?”

Love Yourself, infatti, è il titolo dell’ultimo disco della band sudcoreana e in italiano signifa “amati”. Per il momento, le polemiche per l’arrivo dei BTS in Arabia Saudita non hanno risposta da parte dei diretti interessati.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.