Per tutte le esigenze il nuovo Honor 9X: le specifiche stupiscono non poco

Un dispositivo degno di nota il prossimo Honor 9X: dal TENAA le informazioni tecniche relative

11
CONDIVISIONI

Arrivano nuove conferme sul conto dell’ormai prossimo Honor 9X, la cui presentazione è fissata per il 23 luglio: come riportato da ‘gizmochina.com‘, il device disporrà di uno schermo IPS da 6.59 pollici con risoluzione FullHD+ (2340 x 1080 pixel), mentre sotto il cofano batterà un processore da 2.2GHz (dovrebbe trattarsi del nuovo Kirin 810, anche se al momento non ne abbiamo ancora la certezza), con tre modelli a disposizione (il primo con 4GB di RAM e 64GB di memoria interna, il secondo con 6GB di RAM e 128GB di storage, ed il terzo con 8GB di RAM e 256GB di spazio di archiviazione).

La fotocamera posteriore è doppia, con sensori da 48 e 2MP, ed una frontale da 16MP. La batteria di Honor 9X dovrebbe avere una capacità di 3900mAh, con dimensioni generali di 163,1 x 77,2 x 8,8 mm (tali informazioni sono state tratte dal database TENAA, ente di certificazione cinese più che affidabile). Honor 9X Pro, versione avanzata di Honor 9X, si presenterà anche nelle speciali colorazioni blue e rossa ad effetto gradiente. Le differenze tra i due dovrebbero risiedere soprattutto nel comparto fotografico principale, che protenderà chiaramente a favore di Honor 9X Pro (per il resto i due dispositivi condivideranno gran parte delle specifiche tecniche).

Honor 9X non avrà difficoltà a farsi apprezzare dal pubblico, data l’estrema versatilità che lo contraddistingue (le tante versioni che saranno messe a disposizione, che spaziano da una configurazione base comunque accettabile (4GB di RAM e 64GB di ROM), per arrivare una combinazione di memorie da top di gamma assoluto (8GB di RAM e 256GB di storage). Al momento le informazioni a disposizione sul conto di Honor 9X finiscono qui: torneremo sull’argomento il prima possibile, per poi girarvi tutti i dati completi nel giorno della presentazione.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.