Gears 5 bandisce il fumo di sigaretta: censura o scelta sensata?

Rod Fergusson di The Coalition risponde agli utenti che hanno accusato il team di sviluppo di "facile ipocrisia"

7
CONDIVISIONI

Il 10 settembre di quest’anno, Gears 5 andrà a colorare la libreria di PC e Xbox One. E lo farà non solo con tante novità mai viste nella saga sparacchina a marchio Microsoftcome ad esempio l’interessante modalità Escape -, ma anche mettendo sul piatto tutti quei caratteri distintivi che ci hanno fatto innamorare di COG e Locuste fin dai tempi dell’ormai vetusta Xbox 360, quando il brand venne originariamente creato dai ragazzi di Epic Games. Pare però che un elemento specifico verrà del tutto bandito dal quinto capitolo, così come da tutte le iterazioni future del franchise videoludico.

Si tratta del fumo, in particolare quello di sigaretta. Proprio così, se prima eravamo quasi abituati a vedere i protagonisti “sfumacchiare” di tanto in tanto o addirittura ad essere rappresentati costantemente in pose da macho con un grosso sigaro in bocca, Gears 5 cambierà strada, eliminando quindi ogni riferimento in merito. Questa scelta, stando a quanto riportato da GameSpot, ha origine in una campagna avviata dall’organizzazione no profit Truth Initiative, che punta ad evitare di glorificare e valorizzare il fumo nelle opere multimediali.

L’iniziativa ha trovato l’appoggio del team di sviluppo The Coalition e in particolare del suo boss, Rod Fergusson, molto sensibile alla tematica. Lo stesso che, a seguito delle polemiche di chi già urla alla censura e alla forzatura narrativa in nome del politically correct a tutti i costi, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Non voglio pubblicizzare o rendere seducente qualcosa che dà assuefazione e ti può uccidere. Non voglio fare il moralista, ma semplicemente essere coerente a quello in cui credo, dopo aver perso degli amici per via del cancro ai polmoni. Ho assistito in prima persona agli effetti devastanti del fumo. È sempre stato importante per me non utilizzare il fumare come strumento narrativo, ed è questa la ragione per la quale abbiamo fatto la consapevole scelta di evitare di valorizzare o glorificare il fumare in Gears 5 e ovunque nell’universo di Gears of War in futuro.

Insomma, da parte degli autori di Gears 5 pare non esserci alcuna ipocrisia di fondo, quanto piuttosto la consapevolezza che i più giovani possano essere influenzati dagli eroi dei loro videogiochi preferiti. Voi come la vedete: siete dalla parte di Fergusson o da quella di chi vede nell’iniziativa una sorta di censura? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto!

Offerta
Gears of War 5 - Xbox One
  • Combatti con i tuoi amici da ovunque ti trovi grazie alla modalità...
  • Gioca in modalità singola o in co-op con i tuoi amici sia...

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.