Febbre da Google Stadia, migliaia gli sviluppatori già al lavoro sulla piattaforma

Numeri da paura quelli della nuova piattaforma di Google, che beneficia del progetto Stadia Partners

Quando si parla di Google Stadia l’attenzione dei videogiocatori non può non schizzare irrimediabilmente alle stelle. È infatti parecchia la curiosità di scoprire quali saranno le feature della nuova piattaforma prodotta la colosso statunitense, che mira a divenire un punto di riferimento all’interno del mercato videoludico. Ovviamente la sfida lanciata a due cariatidi del calibro di Microsoft e Sony è assolutamente lungi dall’esser vinta, con la strada che sarà ovviamente lunga e tortuosa.

Una strada che Google Stadia si appresta però a percorrere in pompa magna con tantissimi giochi, vista la volontà dimostrata da numerose case di sviluppo di primissimo livello di far parte di un progetto tanto intrigante. Non sono però solo i big dell’industria ad essere pronti all’arrivo di questa nuova piattaforma: come riportato da Dualshockers è infatti assolutamente alto il numero di team che proporranno proprio su Google Stadia i loro prodotti.

Migliaia di sviluppatori sono infatti al lavoro per portare sul mercato le proprie personalissime applicazioni, per un conteggio totale dei software che vedranno la luce che è stimato a oltre quattromila unità. Il tutto avviene grazie a Stadia Partners, il progetto che permette agli sviluppatori di proporre a Google le proprie fatiche.

Sono numeri assolutamente mostruosi, ma che vanno chiaramente inquadrati come cantieri aperti (e che non per forza verranno conclusi) e che ovviamente andranno collocati in una finestra temporale parecchio ampia. Tutte le applicazioni attualmente in sviluppo, tra cui numerosissimi titoli che di certo non mancheranno di attirare l’attenzione nei prossimi mesi, approderanno su Google Stadia in tempi diversificati, anche semplicemente per non pestarsi i piedi reciprocamente per quanto concerne le vendite,

Ricordiamo che Google Stadia è atteso sul mercato dal 14 novembre con la Founder’s Edition, disponibile al prezzo di 129 euro, con l’abbonamento mensile che invece richiederà un esborso economico di 9,99€ mensili.

Saranno i numeri a permettere a Google Stadia di vincere la sfida con Sony e Microsoft? Diteci la vostra nei commenti.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.