Preoccupa la patch di giugno per il Samsung Galaxy S7: problemi di batteria e surriscaldamento

Importante analizzare bene le ultime segnalazioni e sapere come affrontare al meglio determinati bug

83
CONDIVISIONI

Stanno arrivando in questi giorni i primi riscontri più attendibili da parte degli utenti che qui in Italia sono in possesso di un Samsung Galaxy S7 o di un S7 Edge, in riferimento all’aggiornamento di giugno. Contrariamente a quanto avvenuto negli ultimi quattro mesi, infatti, il pacchetto software sembra non convincere moltissimo e, stando a quanto raccolto oggi 11 luglio, ci sarebbero almeno due aspetti sui quali sia necessario concentrarsi per affrontare al meglio la questione.

Più in particolare, svariati possessori dei device che hanno testato la patch in questione per Samsung Galaxy S7 e S7 Edge lamentano non pochi problemi di batteria e di surriscaldamento. Certo, il grande caldo che c’è stato in Italia nelle ultime due settimane di sicuro non ha aiutato sotto questo punto di vista, ma è innegabile che per diverse persone l’upgrade sia stato insidioso per questi due aspetti. Indipendentemente dai fattori esterni, che restano influenti.

Il trend è abbastanza chiaro, anche se come sempre avviene in questi casi non manca chi è di parere opposto, soprattutto tra gli utenti che hanno acquistato un Samsung Galaxy S7 o un Galaxy S7 Edge in un secondo momento. Resta da capire quale sarà l’incidenza del firmware di luglio, a patto che lo si vedrà in Italia e nel resto d’Europa dopo le notizie provenienti dall’Asia nei giorni scorsi e prontamente ricondivise sulle nostre pagine. Qualche consiglio sento comunque di darvelo da subito.

In tanti, in questi anni, subito dopo aver riscontrato problemi evidenti di batteria e soprattutto di surriscaldamento, hanno visto passare la propria scheda madre a miglior vita. Per questo motivo, consiglio ai possessori di Samsung Galaxy S7 o S7 Edge di rivolgersi nel più breve tempo possibile all’assistenza per problematiche simili a quelle descritte oggi 11 luglio.

Commenti (1):
Pablo Neruda

a me dice che il telefono è surriscaldato e quindi non si può utilizzare la fotocamera però al tatto il surriscaldamento non è così evidente

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.