Aziz Ansari su Netflix con uno special comico, la star di Master of None a muso duro contro i vizi della società

Aziz Ansari torna alla stand-up comedy con uno spettacolo sold out in 75 città e 12 Paesi

1
CONDIVISIONI

Aziz Ansari torna su Netflix con uno spettacolo di stand-up comedy dal titolo Right Now. Lo special, disponibile in streaming da oggi, segue Buried Alive e Live at Madison Square Garden, anch’essi presenti sulla piattaforma.

Aziz Ansari: RIGHT NOW è diretto da Spike Jonze e mostra la star di Master of None condividere con il pubblico esilaranti spunti, esperienze e opinioni sulle manie e i vizi della società americana contemporanea. Discute per esempio del successo stratosferico del film Crazy Rich Asians, e di come abbia ottenuto un 97% di gradimento sull’aggregatore Rotten Tomatoes.

Interpella poi una spettatrice, la quale dichiara che avrebbe dato al film un 85%. Wow, 12 punti in meno. C’è qualcosa in particolare che l’ha convinta a togliere 12 punti, signora?, la punzecchia. No, sto schrzando. Non importa cosa pensi del film, è solo che mi diverte far sentire i bianchi a disagio.

Per Ansari la commedia è un ottimo spunto per riflettere ulteriormente sull’evoluzione della società in un periodo relativamente breve. Gli anziani potrebbero pensare che in un film del genere figurino troppi asiatici, argomenta. Poi ricorda come qualcuno gli abbia detto di essere riuscito a goderselo molto di più dopo averlo guardato con il suo amico asiatico.

È come se io guardassi Il superpoliziotto del supermercato [Paul Bart: Mall Cop] e dicessi: “Non mi è piaciuto molto, ma poi l’ho riguardato con uno dei miei amici bianchi grassottelli e il mio punto di vista è cambiato totalmente”, scherza.

Ma questo è solo un assaggio. Aziz Ansari: RIGHT NOW affronta svariate questioni relative alla famiglia, alla società, al movimento MeToo. Quest’ultimo è stato particolarmente pungente nei suoi confronti, dato che all’inizio del 2018 l’attore è stato accusato di molestie da una fotografa ventitreenne.

Lo special televisivo, tratto dalle date alla Brooklyn Academy of Music, è il coronamento di un tour che ha registrato il tutto esaurito in 75 città statunitensi e 12 Paesi nel mondo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.