Aggiornamenti per Samsung: l’epilogo dell’app fraudolenta

Non servono soldi per scaricare i firmware dei Samsung Galaxy: rimossa app dal Play Store

4
CONDIVISIONI

Qualche giorno fa vi avevamo parlato dell’app ‘Aggiornamenti per Samsung – Versioni di Android‘, che consentiva il download dei firmware in cambio di denaro (invece sappiamo, o per lo meno dovremmo sapere tutti, che gli upgrade, rilasciati direttamente dai produttori, sono del tutto gratuiti, a meno che non siate voi a fare una donazione spontanea agli sviluppatori indipendenti, in caso di ROM cucinate, e quindi non di aggiornamenti ufficiali).

Come riportato da ‘The Verge‘, l’app Aggiornamenti per Samsung – Versioni di Android è stata rimossa dal Google Play Store, che ha ritenuto il caso eliminarla dal marketplace per aver contravvenuto alle condizioni generali del market-place. Il regolamento prevede non possano essere pubblicate applicazioni fraudolente, o comunque aventi lo scopo di fare propri i dati degli utenti, ed in questo caso i loro soldi. Il developer dell’app Aggiornamenti per Samsung – Versioni di Android, Updato, aveva fatto sapere di essere intenzionato a cancellare, per il momento, la sezione relativa ai firmware ed ai pagamenti estranei al colosso di Mountain View, ribadendo il fatto che il software fosse stato utile per gli utenti (non vediamo proprio come, ma le sue parole sono state queste).

Big G non ha voluto sentire ragioni, e, prima ancora che lo sviluppatore potesse aprire bocca (non che l’eventualità potesse cambiare le carte in tavola data la gravità della situazione), ha deciso per la rimozione definitiva dell’app Aggiornamenti per Samsung – Versioni di Android dal Google Play Store. Dubitiamo che il software possa essere in qualche modo reintegrato nello store digitale di Google (ricordiamo che l’applicazione è stata scaricata da 10 milioni di utenti in tutto il mondo: dopo quanto successo, sarebbe assurdo anche solo pensare che il colosso di Mountain View torni sui propri passi). Ha fatto bene Big G?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.