Gaten Matarazzo di Stranger Things lancia due brani della sua band (audio)

I Work In Progress comprendono anche il fratello e la sorella dell'attore, per un totale di 7 elementi

1
CONDIVISIONI

Gaten Matarazzo di Stranger Things, quel Dustin Henderson che tutti vorremmo come fratellino da proteggere e catechizzare, ha lanciato due brani dei Work In Progress, la sua band. L’esclusiva segnalata da Billboard presenta un progetto di ben 7 elementi tra i quali troviamo, oltre al giovane attore, anche suo fratello Carmen e sua sorella Sabrina, insieme ad altri membri che sono comunque amici di famiglia.

Il nostro Dustin canta nel brano Dream Eater e ai microfoni di Billboard ha raccontato che la band è nata per caso. Suo fratello Carmen, batterista, da tempo diceva che avrebbe voluto suonare con qualcuno. Una volta accorsi vari amici per riempire la band, mancava una voce. Per le parti di cantato con tonalità più alte è stata scelta la sorella Sabrina, che canta il brano Waste My Time.

Gaten Matarazzo di Stranger Things racconta, inoltre, che tutti gli elementi dei Work In Progress hanno gusti e stili differenti e lui, personalmente, preferisce i Pearl Jam e i Green Day.

Dream Eater, cantata da Gaten, ha un taglio più rock e funk rispetto a Waste My Time, decisamente più pop. Matarazzo spiega che la sua band attinge dagli ambienti rock, pop e funk. La musica, inoltre, coinvolge sempre di più i personaggi della fortunata serie TV targata Netflix: Finn Wolfhard (Mike Wheeler) suona nei Calpurnia e di recente ha partecipato al video di Take On Me dei Weezer, mentre Joe Kerry (Steve Harrington) militava nei Post Animal.

Gaten Matarazzo di Stranger Things insieme al collega Caleb McLaughlin, inoltre, si trovava a Roma ieri, 5 luglio, per celebrare l’uscita della terza stagione della serie TV con lo Stranger Summer Party che si è tenuto presso le Piscine Delle Rose di Via America, per una festa in stile anni ’80 durante la quale era possibile incontrare i due giovani attori.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.