Terribile falla nel PSN di PS4: i dati delle carte di credito sono a rischio hacker?

Sony consiglia di attivare la verifica a due passaggi del proprio account PlayStation Network per ridurre i rischi

3
CONDIVISIONI

Diciamoci la verità, il PSN di PS4 è un buon servizio. Al netto dei difetti, la piattaforma di casa Sony, in accoppiata con l’abbonamento a PlayStation Plus, è utilissima per quanti vogliono dilettarsi in multiplayer con i propri titoli preferiti, sia in coop che in intensi scontri competitivi. Permette poi di avere accesso a tutta una serie di sconti esclusivi, alcuni per altro attivi proprio in questo momento su PlayStation Store. Senza contare in aggiunta due titoli regalati mensilmente con l’iniziativa Instant Game Collection della compagnia giapponese – avete già scaricato i giochi di luglio 2019?

Eppure, il PSN di PS4 è passato alla storia anche per le sue criticità. Più volte si è parlato – e si continua ancora a parlare – di down del servizio, che impediscono di fare il login al proprio profilo, di giocare online o di accedere alla messaggistica e alla propria lista amici. Così come svariati attacchi hacker hanno messo a rischio i dati degli utenti. Ora, il tema è tornato prepotentemente alla ribalta, come riportato dal sito Mp1st, che giura di aver scoperto l’esistenza di una falla di sicurezza proprio su PlayStation Network.

Questa falla del PSN di PS4 permetterebbe agli hacker malintenzionati in possesso di dati di login di utilizzare, senza inserire alcun codice di sicurezza, le carte di credito associate agli account, così da fare acquisti. Questo accade per un problema legato al CVV, il codice di controllo a tre cifre solitamente riportato sul retro delle carte di credito. Questo codice, facendo acquisti direttamente dalla console, non viene richiesto, a patto di non accedere da una posizione diversa e quindi con una connessione non riconosciuta o mai utilizzata prima. Alcuni hacker hanno però trovato il modo di bypassare il sistema, così da fare shopping digitale in piena libertà.

Varie testimonianze parlano di un problema noto da almeno cinque anni, solo recentemente però Sony si sarebbe resa conto della gravità della situazione. Il consiglio, allora, è quello di attivare la sempre utile verifica in due passaggi del vostro account PlayStation Network:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.