Avveniristico il Huawei Mate 30 con fotocamera circolare, la prima foto

Una prima immagine in circolazione sui social cinesi non lascia spazio a dubbi, cosa ci aspetta

92
CONDIVISIONI

Non c’è mai limite all’evoluzione nella progettazione di un top di gamma e il prossimo Huawei Mate 30 potrebbe fare la differenza lato design e pure lato funzionalità, in particolare per la componente fotocamera.

Quella visibile in apertura articolo è una foto che mostrerebbe appunto il Huawei Mate 30 nella sua sezione posteriore. Elemento principale del nuovo aspetto è senz’altro la sezione circolare che ospiterebbe tutti i sensori per la fotocamera e anche il flash.

Della probabilità che il Huawei Mate 30 abbia appunto una fotocamera principale circolare abbiamo già parlato nei giorni scorsi. In special modo, è stata prima distribuita una foto che mostrerebbe la cover posteriore del telefono con ampio alloggiamento rotondo appunto per i sensori adibiti agli scatti. Sulla base di questa anticipazione, ecco che il render diffuso in queste ore (soprattutto su social cinesi) ha preso piede.

Il Huawei Mate 30, nonostante la nuova veste della sua fotocamera principale completamente rinnovata, dovrebbe nascere sempre dalla collaborazione con Leica. Proprio la foto di apertura articolo mostra i quattro sensori del comparto. Di certo parliamo di uno principale, di un teleobiettivo, un grandangolare e un’ultima unità ToF (Time of Flight) per effetti di profondità sbarcata per la prima volta sul Huawei P20 .

Al momento è impossibile fornire anticipazioni sul dettagli dei sensori in termini di risoluzione, apertura focale, grandezza pixeò. Resta il fatto che l’orientamento circolare, oltre che essere una novità di tipo estetico, dovrebbe fare pure la differenza nella funzionalità. Dovrebbero insomma essere garantiti scatti ancora migliori in qualsiasi condizione di luce e per ogni scenario.

Il lancio del Huawei Mate 30, insieme al fratello maggiore Huawei Mate 30 Pro dovrebbe avvenire tra fine settembre e inizio ottobre. Per allora, la vicenda del ban USA che ha messo a rischio il supporto Android dei dispositivi del produttore dovrebbe essere del tutto conclusa.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.