Appello di Michele Bisceglia per la sua bambina Diana che ha bisogno di un trapianto di midollo

Abbiamo approfondito con la famiglia della bambina. Tutti i dettagli per dare il proprio contributo

743
CONDIVISIONI

Sta girando moltissimo in questi giorni un messaggio Facebook, in cui emerge una precisa richiesta, quella di condividere questo appello dell’Avvocato Michele Bisceglia per la sua bambina Diana, che ha bisogno di un trapianto di midollo. Situazione dunque molto delicata e che per questo motivo ho deciso di approfondire, in quanto in passato è già capitato di imbattersi in notizie fake di questo tipo. Tra le altre cose, conferme arrivano anche da Italia 1.

Gira più in particolare una locandina, con tanto di numeri da contattare per avere maggiori informazioni sulla vicenda. Il recapito non è di Michele Bisceglia, ma di Mario, lo zio della piccola Diana. Lo abbiamo sentito telefonicamente e ci ha fornito maggiori dettagli sull’evento in programma sabato 6 luglio a Napoli per la tipizzazione. Il punto di ritrovo è P.le Tecchio 80, nel piazzale antistante la Facoltà di Ingegneria Federico II.

L’appello di Michele Bisceglia e della sua famiglia per la piccola Diana, però, richiede che vengano rispettati determinati requisiti. Conferme importanti sotto questo punto di vista le abbiamo avute anche nel recente passato, quando è andato in onda un servizio su Studio Aperto. Qui di seguito trovate la locandina originale utile per farci un’idea più precisa su quello che avverrà sabato prossimo. Importante raccogliere maggiori informazioni in merito, a maggior ragione prendendo in esame quanto emerso proprio in queste ore dopo l’ampia risonanza che la notizia ha avuto sui social oggi 3 luglio.

In particolare, va precisato che Diana è una bimba di appena 6 anni e che da 9 mesi ormai è costretta a trascorrere le proprie giornate in una stanza d’ospedale. Approfondendo la storia resa pubblica da Michele Bisceglia, emerge anche che una donatrice compatibile l’aveva trovata, ma pare si sia tirata dopo lo screaning. Questo ha fatto sì che Diana abbia perso quattro mesi, il che ha reso la situazione più delicata. 

L’appello che circola in ambienti vicini alla loro famiglia, dunque, sottolinea che quando si decide di entrare nel registro donatori, non si decide di diventare donatori per qualcuno in particolare, ma più semplicemente si decide di diventare donatori. Il contesto generale appena descritto ha gettato i genitori di Diana nello sconforto, ma questo non questo non ha impedito loro di farsi forza e di lanciare un appello. Ecco perché si arriva al suddetto evento di tipizzazione per via salivare, in programma sabato 6 Luglio a Napoli in piazzale Tecchio a partire dalle 9.

Michele Bisceglia

Secondo le prime informazioni raccolte, sono in tantissimi ad aver accolto e rilanciato l’appello, anche se successivamente sarà importante andare fino in fondo. Solo così eviteremo situazioni simili a quella descritta in precedenza, quando una donatrice in Germania ha poi deciso di venir meno dopo aver effettuato tutti gli accertamenti del caso. Vi terremo aggiornati nel caso in cui dovessero emergere maggiori informazioni sull’appuntamento in programma a Napoli sabato 6 luglio, seguendo da vicino le informazioni che verranno fornite da Michele Busceglia e dalla sua famiglia. Insomma, restate sintonizzati nel caso in cui abbiate preso a cuore la vicenda e vogliate dare un contributo a Diana che necessità del trapianto di midollo.

Per restare sempre aggiornato, aggiungi ai tuoi contatti su smartphone il numero 3770203990 e invia un messaggio WhatsApp con testo “NEWS”. Il servizio è completamente gratuito! In qualsiasi momento sarà possibile disdirlo inviando un messaggio con testo “STOP NEWS” allo stesso numero.
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.