Sono 24 i problemi critici risolti per i Samsung Galaxy con l’aggiornamento di luglio

Informazioni utili per approcciare al meglio il nuovo pacchetto software di cui tanto sia parla in queste ore

35
CONDIVISIONI

Solito appuntamento di inizio mese dedicato a coloro che si ritrovano con un Samsung Galaxy e che, come sempre, intendono scoprire i dettagli sulla patch mensile concepita dal colosso coreano. Dopo avervi svelato poco meno di quattro settimane fa quella di giugno, infatti, questo martedì tocca concentrarsi sull’aggiornamento di luglio. Dal punto di vista numerico e delle vulnerabilità che sono state risolte, dovremmo essere al cospetto di un upgrade leggermente più “piccolo”, ma è chiaro che la prova del nove si avrà solo al momento dell’avvio della distribuzione.

Attraverso la pagina ufficiale in cui sono raccolte tutte le informazioni del caso in merito all’aggiornamento di luglio per i vari Samsung Galaxy compatibili, sappiamo che l’aggiornamento di luglio andrà a risolvere 24 problemi di una certa importanza legati alla sicurezza. Di questi, dieci vengono considerati critici, mentre gli altri 14 risultano leggermente meno urgenti. Partendo da questi presupposti, comunque, non resta che consigliare a tutti il download appena arriverà l’apposita notifica per procedere via OTA.

Va ricordato anche che la patch di luglio verrà rimodulata per ciascun Samsung Galaxy compatibile e che alcuni tra questi (soprattutto quelli più evoluti dal punto di vista hardware) potrebbero toccare con mano anche delle funzionalità extra. Questo, almeno, ciò che ci insegna la storia recente del produttore coreano. Grande attesa nei confronti del Samsung Galaxy S7, uscito dai programmi degli aggiornamenti mensili, ma ugualmente in grado di ricevere la patch di giugno sui no brand.

Dunque, attenzione massima alle prossime due settimane, quando i primi Samsung Galaxy inizieranno a ricevere l’aggiornamento di luglio con una serie di novità che potrebbero andare oltre il mero intervento sul fronte sicurezza. Che idea vi siete fatti sotto questo punto di vista? Fateci sapere con un commento a fine articolo, nell’apposita area.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.