Uscita di GTA 6 solo su PS5 e Xbox Scarlett: tra le tante novità anche l’ambientazione vintage

Rockstar Games sarebbe pronta a rivoluzionare la sua saga "criminale", con il debutto del nuovo capitolo solo sulle console next-gen di Sony e Microsoft

8
CONDIVISIONI

Rockstar Games non ha mai ufficializzato l’uscita di GTA 6. Eppure, in un clima di evidente incertezza, si tratta di uno degli argomenti più discussi tra la community di videogiocatori, soprattutto ora che Red Dead Redemption 2 è già disponibile da qualche mese su PlayStation 4 e Xbox One. Archiviato il suo ultimo capolavoro western, la compagnia americana dovrebbe infatti essere del tutto concentrata sulla prossima incarnazione di Grand Theft Auto, impegnata a regalare ai suoi fan una nuova avventura dal deciso sapore “criminale”. E se è vero che la curiosità è tanta, nella giornata di oggi – 1 luglio – arrivano golosissime indiscrezioni sul nuovo capitolo, direttamente dal forum Reddit.

Stando al leak, l’uscita di GTA 6 dovrebbe essere fissata solo sulle console next-gen di Sony e Microsoft, le chiacchieratissime PlayStation 5 e Xbox Scarlett. La fonte, che si dice molto vicina alla “R stellata” e a redattori di spicco dei siti Kotaku e PC Gamer, comunica che il sesto episodio della saga sarebbe in sviluppo addirittura dal 2012 – quindi un anno prima del lancio di GTA 5 – , ma la produzione vera e propria sarebbe iniziata a metà 2015. Il videogame dovrebbe essere ambientato principalmente a Vice City, permettendoci di esplorare anche una nuova location fittizia ispirata a Rio de Janeiro e occasionalmente pure Liberty City, ma solo per alcune missioni lineari in cui non sono previsti spazi open world.

Il gameplay di GTA 6, poi, dovrebbe discostarsi dal realismo a tutti i costi di Red Dead Redemption 2, proponendosi come un mix tra approccio arcade e simulativo. Il protagonista sarebbe unico e di sesso maschile, aspetto che contraddice i precedenti rumor che ci volevano nei panni di una donna. La storia dovrebbe essere ambientata tra gli anni ’70 e gli anni ’80, con l’antieroe – chiamato Ricardo – a rappresentare un narcotrafficante che vuole tentare la scalata al potere e imporsi come nuovo lord della droga. Nelle fasi iniziali dell’avventura, saremo un semplice soldato dei poteri più forti, agendo principalmente come corriere della droga incaricato di trasportare quantitativi di cocaina da Vice City verso una più ampia area del Sud America. Solo più avanti stringeremo accordi preziosi, con una grande prigione indicata come una location assai importante nell’economia narrativa di Grand Theft Auto 6.

In attesa dell’uscita di GTA 6, lo stesso leak comunica che un altro personaggio avrà un ruolo chiave nella trama, e il suo nome dovrebbe essere Kasey. Non solo, i fan della saga riconosceranno nel corso del gioco anche un volto familiare: si tratta di Martin Madrazo, affiancato dal padre, grande boss della droga, per cui dovremo svolgere alcuni incarichi. Incarichi che ci porteranno a spostarci tra diverse città, ognuna con i propri costumi e la propria lingua, per una storia per altro fittissima di linee di dialogo. Il sesto capitolo di Grand Theft Auto potrebbe essere suddiviso in capitoli – aspetto ereditato dai film di Tarantino e dal già citato Red Dead Redemption 2 -, mentre la colonna sonora sarebbe fitta di brani classici di quegli anni, diritti permettendo.

Sempre in ottica dell’uscita di GTA 6, dalle pagine di Reddit veniamo a sapere che nelle missioni da affrontare potremo portare con noi solo un numero limitato di armi. Il sistema di veicoli, invece, sarà simile a quello dei cavalli in Red Dead Redemption 2: la nostra auto personale conterrà il nostro equipaggiamento conservato nel cofano. A chiudere, la fonte indica che il clima giocherà un ruolo importante nelle meccaniche di gioco, con tempeste e uragani a scuotere le ambientazioni.

Insomma, la – presunta – carne al fuoco è tanta e tutta succulenta. Cosa ne pensate di questi rumor? Anche voi non vedere l’ora di scoprire quando cadrà l’uscia di GTA 6? Scatenatevi nei commenti qui sotto!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.