Senza Pensieri è il nuovo singolo di Fabio Rovazzi con Loredana Bertè

Fabio Rovazzi feat. Loredana Bertè in Senza Pensieri, il nuovo singolo arriva ufficialmente in radio dal 10 luglio.

16
CONDIVISIONI

Si intitola Senza Pensieri il nuovo singolo di Fabio Rovazzi con Loredana Bertè, in radio e in digital download da mercoledì 10 luglio. Sorrisi e Canzoni TV lo aveva comunicato in anteprima, parlando di un nuovo singolo in programma per Rovazzi e la Bertè, che sarebbe arrivato in radio nel mese di luglio.

Per l’ufficializzazione non c’è stato tanto da attendere e il primo giorno del mese, l’ufficio stampa di Rovazzi conferma l’indiscrezione già emersa. Il Re dei tormentoni estivi sarà presto in radio con Loredana Bertè in questa afosa estate 2019. La canzone congiunta verrà presentata in via ufficiale mercoledì 10 luglio.

Sorrisi.it scriveva, qualche giorno fa:

“Mancava solo lui nella grande sfida dei tormentoni estivi, ma è soltanto questione di giorni. A luglio infatti uscirà il nuovo singolo di Fabio Rovazzi, a un anno di distanza da “Faccio quello che voglio”. E pare che stavolta ad affiancarlo ci sarà Loredana Bertè. Molto atteso anche il video ufficiale, di cui Rovazzi è uno specialista: sarà girato a Milano nei prossimi giorni”.

Se la scorsa estate ha dominato le classifiche di vendita e radio con Faccio Quello Che Voglio, accompagnato da un sorprendente video ufficiale curato nei minimi dettagli, l’estate 2019 non sarà immune alla musica di Rovazzi.

Cosa aspettarsi dunque dal nuovo brano? Sicuramente Rovazzi coniugherà ancora una volta la sua passione per la musica e quella per il cinema, elaborando una clip degna dei migliori corti cinematografici. La voce di Loredana Bertè assicura invece grinta e forza emotiva, una carica perfetta quando il termometro sfiora i 40 gradi. Dopo Che Cosa Vuoi Da Me, la Bertè ha rilasciato Tequila e San Miguel e presto tornerà in radio con Fabio Rovazzi per la canzone Senza Pensieri. 

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.