Nuova serie per Maisie Williams dopo Il Trono di Spade, una commedia per l’addio ad Arya Stark

Netto cambio di registro per l'attrice: ecco il primo ruolo in una nuova serie per Maisie Williams dopo Il Trono di Spade

Arriva una nuova serie per Maisie Williams dopo Il Trono di Spade: l’ormai ex guerriera Arya Stark nell’iconica serie HBO ha deposto l’armatura e svestito i panni del suo ruolo più celebre per voltare pagina e proseguire con un nuovo impegno in carriera.

Lo farà cambiando decisamente registro rispetto alle cupe, drammatiche e battagliere ambientazioni de Il Trono di Spade: la Williams, infatti, ha appena firmato il suo primo contratto dopo l’addio a Game of Thrones diventando protagonista di una commedia britannica.

Si tratta della serie Two Weeks to Live, annunciata da Sky mercoledì 26 giugno, la cui trama è quella di uno scherzo che finisce male: l’attrice 22enne interpreterà Nicky, descritta genericamente come “una strana giovane disadattata” nella serie composta da sei episodi.

Per la Williams è l’occasione di dimostrare la sua versatilità, mettendosi alla prova in un genere completamente diverso dal fantasy, come ha fatto sapere tramite un comunicato stampa in seguito all’annuncio della sua partecipazione alla serie inglese.

Non vedo l’ora di immergermi in qualcosa di nuovo, penso che Two Weeks to Live abbia davvero un grande potenziale e voglio fare qualcosa di incredibile con questa meravigliosa squadra!

Orgogliosa della sua partecipazione a Game of Thrones e del finale della serie, appena conclusasi su HBO e Sky Atlantic con la sua ottava e ultima stagione il mese scorso tra le contestazioni di parte del pubblico che addirittura ha lanciato petizioni per cancellarla e rifarla da capo, si vociferava che la Williams potesse diventare protagonista di un sequel dedicato al personaggio di Arya, finché il presidente della programmazione della HBO Casey Bloys non ha stroncato le speranze del pubblico in questo senso. Il finale che vede Arya salpare verso l’ignoto a ovest di Westeros non è il preludio ad un sequel dedicato a lei: “Non penso che nessuno degli attori lo farebbe. Gli spettacoli devono avere una fine… Ci sono state otto stagioni, è stata una grande epopea e gli spettacoli devono finire, è parte del ciclo di vita della tv (…) Non voglio prendere personaggi da questo mondo creato magnificamente e metterli in un altro mondo creato da qualcun altro” ha dichiarato Bloys.

E la conferma ulteriore è arrivata dal fatto che Maisie Williams dopo Il Trono di Spade si darà alla commedia con Two Weeks to Live, una scelta intelligente quella di cambiare radicalmente genere tv per provare a scrollarsi di dosso quel personaggio che difficilmente non le resterà appiccicato per i prossimi anni.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.