Reunion di Breaking Bad in arrivo? Bryan Cranston e Aaron Paul sono più criptici del finale di serie

I tweet ambigui dei due protagonisti della serie fanno ipotizzare l'arrivo di una reunion di Breaking Bad: sarà davvero così?

9
CONDIVISIONI

Basta un solo tweet per mandare fuori di testa i fan che sognano una reunion di Breaking Bad. Ci hanno pensato Walter White e Jesse Pinkman, al secolo Bryan Cranston e Aaron Paul, ad alimentare le speranze di milioni di appassionati in tutto il mondo.

L’iconico duo ha pubblicato su Twitter la stessa immagine nel medesimo momento, dando il via a una serie di teorie al riguardo: c’è una reunion di Breaking Bad in vista? Oppure si tratta di un altro progetto che li vede coinvolti? In ogni caso, il messaggio si è rivelato criptico, difficile da decifrare anche più del finale della serie, andato in onda sei anni fa.

Nella foto in questione ci sono due asini, accompagnati dalla didascalia “Soon”, ovvero “Presto”. A meno che non sia la conferma che saranno presenti nell’annunciato film spinoff, oppure che faranno un cameo nella prossima stagione di Better Call Saul? La vediamo difficile dato che Walter White è morto nel finale di Breaking Bad (o almeno così pare). Infatti a un certo punto è intervenuto anche Peter Gould, showrunner della serie spinoff, che ha risposto a uno dei tweet con un messaggio ancora più criptico: “Non vedo l’ora”.

Il film di Breaking Bad sarà incentrato sul personaggio di Jesse, quindi si tratterebbe di un sequel. Il tweet di Cranston, però, potrebbe rimettere tutto in discussione.

Un’altra ipotesi vedrebbe Bryan e Aaron nel cast dell’imminente live action di Pinocchio, nei ruoli di due uomini trasformati in asini da una maledizione. Insomma le teorie sono tante e al momento non c’è nulla di certo. Può anche darsi che si tratti di uno scherzo organizzato ad hoc per stuzzicare gli appassionati dello show, che ancora oggi a distanza di anni, sono rimasti una cerchia fedele. Probabilmente ne sapremo qualcosa solo tra qualche mese.

Date un’occhiata ai tweet:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.