Le nuove serie tv su Amazon Prime Video a luglio 2019, cosa guardare da The Boys a Pennyworth

Non sarà il mese più ricco di nuove uscite, ma anche a luglio la piattaforma di Amazon riesce a offrire qualche spunto interessante

15
CONDIVISIONI

Siamo ormai in piena estate, ma lo streaming non si ferma. Se per caso le ultime proposte di Netflix dovessero esaurirsi troppo in fretta, ecco quali saranno le nuove serie tv su Amazon Prime Video a luglio 2019.

Il 5 luglio debutta la seconda parte di Kung Fu Panda – Le Zampe Del Destino, web serie animata prodotta dalla DreamWorks. La storia continuerà a seguire le vicende di quattro esemplari di giovani panda che sfrutteranno i propri poteri magici per ostacolare una forza malvagia.

Sviluppata da Mitch Watson, la serie segue il capitolo Kung Fu Panda – Mitiche Avventure e segue la scia degli eventi di Kung Fu Panda 3.

Il 10 luglio è il giorno di Trapped, serie televisiva islandese arrivata alla seconda stagione. Si tratta di un thriller poliziesco che racconta del ritrovamento di un cadavere mutilato nella cittadina di Siglufjörður e delle successive indagini per la ricerca del colpevole.

Il 12 luglio arriva invece la seconda stagione di Comicstaan, una competizione di stand-up comedy in cui sette comici indiani vanno alla ricerca di un nuovo talento. La serie, clamoroso successo nel Paese asiatico, è condotta da Abish Mathew e Sumukhi Suresh, mentre la giuria della prima stagione è composta da Biswa Kalyan Rath, Tanmay Bhat, Sapan Verma, Kaneez Surka, Kanan Gill, Kenny Sebastian e Naveen Richard.

Tra le nuove serie tv in arrivo su Amazon Prime Video a luglio 2019 c’è poi All or Nothing. La quarta stagione della serie di documentari sportivi firmati Amazon Original sarà disponibile a partire dal 19 luglio. I protagonisti di questa edizione saranno i Carolina Panthers, seguiti nel corso di un’intera stagione per immortalarne le prodezze. Negli anni precedenti è toccato invece ai Michigan Wolverines, ai New Zealand All Blacks e al Manchester City.

Una delle nuove uscite più attese, The Boys, debutta invece su Amazon Prime Video il 26 luglio. Ispirata all’omonimo fumetto di Garth Ennis e Darick Robertson, The Boys è una storia di supereroi in salsa black commedy sviluppata da Eric Kripke, Evan Goldberd e Seth Rogen.

La storia sarà ambientata in un mondo in cui i supereroi si lasciano avvolgere dall’oscurità della propria fama e racconterà le vicende dei The Boys. Questo gruppo, privo di legittimità ufficiale e animato solo dalla determinazione e dalla buona volontà, farà di tutto per sbarazzarsi dei supereroi corrotti.

Il ricco cast della serie comprende Karl Urban, Elisabeth Shue, Laz Alonso, Jack Quaid, Karen Fukuhara, Tomer Kapon, Erin Moriarty, Antony Starr, Dominique McElligott, Jessie Usher, Chace Crawford, Nathan Mitchell, Jennifer Esposito e Simon Pegg.

Arriva il 26 luglio anche la terza stagione di Dino Dana, serie canadese per bambini creata e diretta da J.J. Johnson. La storia racconterà di Dana Jain, una bambina di nove anni che attraverso i suoi esperimenti cercherà di scoprire qualcosa in più su dinosauri, pteosauri, rettili marini e mammiferi preistorici.

Pennyworth chiude la lista di nuove serie tv in arrivo su Amazon Prime Video a luglio 2019. Il drama sviluppato da Bill Finger e Jerry Robinson a partire dal personaggio della DC Comics Alfred Pennyworth debutterà il 28 luglio e seguirà proprio le vicende di quest’ultimo. Noto per il suo ruolo di maggiordomo della famiglia Wayne, Pennyworth è stato anche soldato dell’Esercito Britannico e collega di Thomas Wayne.

Nel cast della serie figurano Jack Bannon, Ben Aldridge, Emma Paetx, Ryan FLetcher, Hainsley Lloyd Bennett, Paloma Faith, Jason Flemyng, Polly Walker e Jessica Ellerby.

Fra i tanti nuovi film in uscita sulla piattaforma di Amazon alcuni sono particolarmente noti o attesi. Si tratta di Peterloo (3 luglio), Gone Baby Gone (12 luglio), Hellboy (23 luglio), The Haunting of Sharon Tate (29 luglio).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.