Senza microSD il Samsung Galaxy Note 10 versione standard? Un colpo duro

Una mancanza eccellente sul modello standard del Samsung Galaxy Note 10: potrebbe non esserci la microSD

5
CONDIVISIONI

Non è acora stato confermato ufficialmente da parte del colosso di Seul, ma restano alte le probabilità che il Samsung Galaxy Note 10 venga presentato il prossimo 7 agosto, volto ad anticipare di diverse settimane l’appuntamento con l’IFA 2019 di Berlino. Gli ultimi rumors a riguardo, confezionati da Max Winback di XDA Developers (che si rifà ad una fonte anonima a lui vicina, che ha avuto modo di testare con mano in anteprima i due modelli che andranno a comporre la prossima linea dei Samsung Galaxy Note 10, di cui un modello standard ed una variante Pro), rivelano che il phablet dell’anno 2019 potrebbe conservare il jack per le cuffie da 3.5mm, od almeno riaccende le speranze di vederlo riconfermato, visto che ormai avevamo quasi accantonato questa possibilità.

Per il resto, i render più recenti sembrano restituire un’idea abbastanza chiara di quello che sarà: il dispositivo presenterà il foro della fotocamera frontale in posizione centrale, avrà cornici maggiormente ottimizzate (ma non un design avvolgente, come qualcuno aveva ipotizzato), ma probabilmente non la microSD, almeno nella sua variante standard. Le ultime indicazioni, infatti, sorreggono una tesi che proprio non piacerà agli appassionati: sarà solo il Samsung Galaxy Note 10 Pro ad offrire l’opportunità di espandere la memoria interna attraverso un supporto dedicato, in maniera tale da diversificare ulteriormente i due modelli. Entrambi disporranno di una tripla fotocamera posteriore disposta in senso verticale, anche se il Pro conterà anche un quarto sensore, proprio di fianco al flash LED.

Se da un lato fa piacere apprendere ci sia la, seppur remota, possibilità che il Samsung Galaxy Note 10, in entrambe le sue vesti, monti il jack per le cuffie da 3.5mm, dall’altro non potremmo che rammaricarci nel caso in cui il modello base non presenti lo slot per la microSD (sarebbe un colpo duro da digerire, ammettiamolo pure). Staremo a vedere quanto le indiscrezioni di cui sopra si riveleranno effettivamente fondate.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.