In cattive acque HTC U11 e U12+: c’è ancora da aspettare per Android Pie

Android Pie ancora lontano per HTC U11 e U12+: i due top di gamma non sono pronti

16
CONDIVISIONI

Una situazione che ha dell’inverosimile quella riguardante i top di gamma HTC U11 e U12+, che avranno bisogno ancora di 2 o 3 mesi per essere aggiornati ad Android 9.0 Pie. La situazione si sbloccherà solo nel momento in cui prenderà piede Android Q, major-release successiva (un qualcosa che non fa certamente onore al produttore, ormai lontano dalla cresta dell’onda per le più svariate problematiche). La mole di smartphone per cui elaborare nuove omologazioni software non è eccessiva, eppure il brand taiwanese non sembra riuscire a gestirla.

Stando a quanto riportato da ‘PhoneArena.com‘, ed in qualche modo confermato anche da LlabTooFeR, HTC U11 e U12+ riceveranno l’aggiornamento ad Android 9.0 Pie solo quando sarà disponibile Android Q. In realtà un punto di svolta c’era pure stato, quando a maggio venne dato inizio al rilascio dell’upgrade per HTC U11, immediatamente sospeso per l’insorgenza di problemi piuttosto importanti, che sarebbero dovuti essere risolti nel breve periodo. Non è andata meglio ad HTC U12+, anch’esso in alto mare per quel che riguarda la distribuzione di Android 9.0 Pie.

L’upgrade è anche pronto, anche se gli mancano alcuni componenti non di poca rilevanza, quali ‘Benessere Digitale‘, le gesture (non funzionano), le applicazioni di sistema non risultano essere state aggiornate, ed inoltre sono presenti rallentamenti consistenti. Si registrano disturbi con l’audio Bluetooth, ed è sparita almeno metà dello storage.

Problemi, questi, che necessitano almeno un paio di mesi per essere del tutto risolti, come si evince dalle ultime dichiarazioni della divisione giapponese. Il produttore aveva promesso la musica sarebbe presto cambiata nel settore smartphone, ma per adesso la situazione non appare troppo rosea. L’OEM farebbe meglio, prima di ogni altra cosa, a riacquistare la fiducia di quelli che hanno già investito sui device HTC, come nel caso di HTC U11 e U12+, per poi pensare al da farsi in ottica futura.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.