Anna Ferzetti, conduttrice della cerimonia dei Nastri d’Argento 2019, racconta a OM la sua prima nomination (video)

La nostra intervista ad Anna Ferzetti, madrina e conduttrice della cerimonia di premiazione dei Nastri d'Argento 2019 nonché nominata per Domani è un altro giorno

4
CONDIVISIONI

Segui tutti gli aggiornamenti quotidiani dello “Speciale Nastri d’Argento 2019” di OMhttps://www.optimagazine.com/category/speciale-nastri-dargento

Anna Ferzetti ha ottenuto la sua prima candidatura ai Nastri d’Argento 2019 per il ruolo in Domani è un Altro Giorno: attrice dalla lunga esperienza teatrale, approdata in tv con diverse fiction e come conduttrice della striscia pre-festival per l’ultima edizione di Sanremo, è ora in corsa per il premio del sindacato dei giornalisti cinematografici nella categoria Miglior Attrice non Protagonista per l’interpretazione di Paola nel film di Simone Spada.

Tratto dal film Truman di cui è un adattamento pressoché pedissequo, Domani è un Altro Giorno vede la Ferzetti nei panni della sorella del protagonista Giuliano (interpretato da Marco Giallini), malato terminale che rifiuta di sottoporsi ad inutili cure e decide di abbandonarsi al suo destino. Nel cercare di fargli cambiare idea, Paola intreccia una relazione con il migliore amico di Tommaso, che conosce da sempre, Giuliano (Valerio Mastandrea).

Un ruolo drammatico in un film che però ha anche molti sprazzi di comicità, che riflette sulla morte con un’ironia amara e politicamente scorretta, raccontando la fase finale della vita di un uomo che decide come andarsene, come gestire la sua stessa morte annunciata.

Per la Ferzetti, unica protagonista femminile del film al fianco dei mattatori Mastandrea e Giallini, è stato certamente uno dei ruoli più importanti in carriera. Lavorare con due colleghi così ingombranti è stata un’esperienza molto forte, ci ha raccontato al MaXXi di Roma durante la serata di presentazione delle nomination ai Nastri di quest’anno.

Mi hanno fatto ridere, mi hanno fatto piangere, mi hanno fatto arrabbiare, è stato bellissimo lavorare con loro e con Simone Spada, il regista. Paola è una donna forte, vive da sola con un figlio e lotta con questa malattia, è un bellissimo personaggio e sono felicissima di averlo interpretato.

La Ferzetti sarà anche madrina dei Nastri d’Argento 2019 e conduttrice della cerimonia di premiazione in scena il 29 giugno al Teatro Antico di Taormina. E potrebbe ritrovarsi ad annunciare la premiazione del suo compagno Pierfrancesco Favino, favoritissimo nella categoria Miglior Attore Protagonista per Il Traditore di Marco Bellocchio.

Ecco la nostra intervista ad Anna Ferzetti e il suo saluto ai lettori di OptiMagazine.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.