Compensazione Vodafone per fatturazione a 28 giorni: la proposta

Vodafone propone alcune soluzioni compensative come forma di rimborso per la fatturazione a 28 giorni

10
CONDIVISIONI

Il prossimo 4 luglio il Consiglio di Stato discuterà la questione dei rimborsi per la fatturazione a 28 giorni cui fanno fatto ricorso i gestori telefonici nazionali, ma alcuni stanno già avanzando alcune proposte di compensazione alternative all’indennizzo economico in fattura. TIM ha messo sul piatto la possibilità di usufruire gratuitamente per un periodi di 6 mesi di alcuni suoi servizi generalmente a pagamento: TIM Vision, la TV multimediale del gestore blu che offre tanti contenuti, Chi è (visualizzazione in diretta del numero chiamante), Extra Voice (chiamate illimitate verso i telefoni fissi e mobili nazionali), Voce Internazionale (chiamate illimitate verso le numerazioni fisse di Stati Uniti, Europa occidentale e Canada) e Max Speed (aumentare la velocità della propria connessione fino a 100 Mbit/s). Tramite l’attivazione di uno di questi servizi (lo si potrà fare tramite l’assistenza clienti 187) il cliente rinuncerà automatica al rimborso in fattura.

Cosa propone, invece, Vodafone come forma di compensazione alternativa ai giorni inappropriatamente erosi ai clienti con linea attiva prima del 31 marzo 2018? Come riportato da ‘mondomobileweb.it‘, si parla, per lo più, di voucher: sconto di 120 euro sul sito Nespresso sulla spesa relativa ad un pacchetto composto dalla gamma Lattissima One, cento capsule ed un kit di decalcificazione, sconto di 10 euro sul portale SaldiPrivati a fronte di una spesa minima del valore di 50 euro, abbattimento del prezzo del 20% sul sito Nike, sconto di 25 euro sul portale Philips (su una spesa minima di 80 euro), abbonamento rivista Traveller di 1 anno. Le scadenze di questi voucher è unica: 25 agosto 2019.

Vi sembra un po’ poco? I clienti Vodafone di linea fissa intestatari di una SIM mobile (come anche su una SIM dati offerta in abbinamento alla Vodafone Station) disporranno anche di 50GB gratuiti (la promozione in questione prende il nome di ’50 Giga Free’, e non è affatto nuova, visto che già più volte in passato il gestore rosso l’ha proposta), da consumare entro 1 mese dall’attivazione. La proposta di compensazione alternativa verrà fatta recapitare agli utenti coinvolti tramite SMS, newsletter o email diretta, entro il prossimo 10 luglio. Vodafone ha deciso di estendere la proposta di compensazione alternativa per la fatturazione a 28 giorni anche agli utenti di linea fissa TeleTu, cui verranno proposti i 5 voucher e 3 mesi di chiamate senza limiti verso le numerazioni mobili nazionali, oppure verso i fissi ed i mobili internazionali. Le misure di compensazione riguarderanno anche i clienti business.

I clienti che non intendono accettare l’offerta compensativa di Vodafone, ritenendola insufficiente, poco appropriata, o comunque preferendo per motivi personali il rimborso economico in fattura (i cui dettagli verranno discussi a margine dell’udienza che si terrà il prossimo 4 luglio), non dovranno fare altro che attendere quanto verrà disposto dal Consiglio di Stato, sempre che non accettino nel frattempo la proposta compensativa di cui sopra (cosa che farebbe decadere automaticamente il diritto ad ottenere il rimborso pecuniario, come previsto dalla normativa vigente). Speriamo proprio non vi siano altri rimandi a tenere banco (si è tergiversato pure troppo, è arrivato il momento di mettere un punto definitivo alla questione). Voi, nel caso in cui veniste contattati, cosa deciderete di fare?

Commenti (2):
Mirko

Ma se uno nel frattempo ha cambiato gestore?
Mi sa che i vari aumenti con modifica unilaterale di contratto era per far scappare i clienti e non dover dare questa compensazione.
Credo sia comunque un’attività che non rispetta le regole della concorrenza e del mercato.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.