Le stelle dei giochi PS4: i migliori titoli, per genere e categoria

Avviandosi verso il tramonto per lasciare spazio alla next-gen di PlayStation 5, il monolite di Sony ci lascia una vera e propria sfilza di titoli indimenticabili

23
CONDIVISIONI

Stilare una classifica completa dei migliori giochi PS4 non è di certo impresa facile. E non perché la console di ultima generazione a marchio Sony non sia ricchissima di titoli di un certo spessore. Anzi, proprio la sua ampia line-up è in grado di spaziare tra così tanti generi diversi ed esperienze poligonali variegate da poter seriamente mettere in difficoltà anche il gamer più smaliziato. Un’impresa che abbiamo comunque deciso di accettare, per rendere omaggio ad una delle macchine da gioco che hanno contribuito a plasmare l’universo in pixel e poligoni moderno, così come lo conosciamo oggi.

I migliori giochi PS4 attualmente in commercio, quindi, sono tantissimi. D’altronde sono passati quasi sei anni da quando il monolite nero giapponese ha fatto il suo “debutto in società” – in Europa, Italia compresa, era il 29 novembre del 2013. E se anche il prossimo anno si prospetta ricco di capolavori annunciati (pensiamo a Final Fantasy VII Remake o a The Last of Us Part II, passando pure per l’incredibilmente affascinante Ghost of Tsushima), è dunque ancora presto per proiettarci direttamente nel futuro. Quello che fa inevitabilmente rima con PlayStation 5, piattaforma next-gen per cui “mamma” Sony ha già snocciolato gran parte delle specifiche tecniche ufficiali.

Senza ulteriori indugi, andiamo allora a scoprire insieme quali sono i migliori giochi PS4. Divisi naturalmente per genere di appartenenza. La classifica, è basata sulla media voti di ogni titolo reperibile su Metacritic, celebre sito di aggregazione. Non manca poi un pizzico di gusto personale della sezione più geek della nostra redazione, per conferire a questo speciale la personalità mordente che ci si aspetta. In apertura, poi, abbiamo deciso di proporvi i migliori videogame da acquistare su PlayStation 4, senza alcun vincolo di categoria. Vale a dire una Top 10 generica, quella che racchiude “i migliori tra i migliori“.

PS4, i 10 migliori titoli da avere

God of War

Partiamo ovviamente da God of War. Attualmente miglior gioco PS4 per tantissimi, il ritorno di Kratos ha avuto un successo assolutamente incredibile, nonostante gli scetticismi iniziali di una frangia di pubblico – quella più nostalgica -, che non ha immediatamente gradito – e capito! – il cambio di setting storico e stilistico di una delle saghe action più celebri. L’ex Fantasma di Sparta è però riuscito nell’impresa, imponendosi non solo come l’eroe del gioco più bello del 2018, ma anche di quella che è a conti fatti una pietra miliare inscalfibile, per umanità e maturità. Naturale allora farlo rientrare tra le migliori esclusive della console Sony.

Marvel’s Spider-Man

Insomniac Games è tornata in gran forma in esclusiva sul monolite nero, confezionando uno dei migliori giochi PS4 di sempre. Uno di quelli che fa rima con superpoteri e personaggi dal carisma inarrivabile. E che ha saputo eguagliare le bellezze poligonali della serie Arkham di Batman di casa DC Comics. Marvel’s Spider-Man interpreta alla perfezione il mito dell’Uomo Ragno, e ondeggiare tra i grattacieli di New York nei suoi panni è assolutamente divertente. Unite al tutto un sistema di combattimento assai solido e una narrazione sempre convincente, e capirete il motivo di questa scelta.

Resident Evil 7

Il prossimo titolo della nostra lista dei migliori giochi PS4 ha segnato il ritorno in pompa magna della serie horror di Capcom. Parliamo ovviamente di Resident Evil 7, un survival horror che ha saputo danzare tra tradizione e innovazione per offrire a fan vecchi e nuovi un’ispirata avventura del terrore. Certo, la visuale in prima persona potrebbe spiazzare quelli che hanno conosciuto Resident Evil negli anni ’90, ma vi assicuriamo che viverlo con PlayStation VR è un’esperienza irripetibile. E che può essere affrontata solo su PS4, così da immergersi completamente in una storia di amore e morte tra le putride stanze di Villa Baker.

Horizon Zero Dawn

Tra le nuove proprietà intellettuali di questa generazione, Horizon Zero Dawn è stata senza dubbio una delle più riuscite. E porta la firma di Guerrilla Games, casa di sviluppo olandese che si era distinta per il franchise di Killzone, del tutto votato a dinamiche sparatutto. Con l’avventura di Aloy cambia tutto, con il team ad abbracciare con coragggio e determinazione un ottimo actionRPG a mondo aperto, in cui natura e tecnologia lottano senza sosta. Per poi – quasi – unire le forze per la salvezza dell’intero pianeta. Nei panni della cacciatrice dalla chioma rossa dovremo combattere contro possenti macchine senzienti, e contro forze oscure che tramano nell’ombra. Per una storia che siamo sicuri saprà stupirvi per intensità e tematiche affrontate.

Bloodborne

Anche Bloodborne rappresenta una IP approdata esclusivamente su PlayStation 4. E uno dei migliori giochi per la piattaforma Sony. Per altro, porta la firma di Hidetaka Miyazaki e della sua From Software, vale a dire i talentuosi creatori della sontuosa trilogia ruolistica di Dark Souls. Bloodborne ne eredita parte delle meccaniche e della brutale difficoltà, immergendoci nella oscura e meravigliosa città di Yharnam, tra pericoli costanti e un sistema di combattimento che richiede grande tempismo e conoscenza del nemico. In questo caso le meccaniche sono più veloci dei vari Souls, ma non per questo sarà più facile arrivare agli agognati titoli di coda.

Red Dead Redemption 2

Lo abbiamo atteso per anni, ed ora Red Dead Redemption 2 è finalmente disponibile nei negozi – per altro assieme alla divertente esperienza multipayer di Red Dead Online. Ed è, senza troppe sorprese uno dei migliori giochi PS4 in commercio. Dopo l’indimenticabile primo capitolo, Rockstar Games è riuscita nell’impresa non solo di migliorarne ogni aspetto, ma anche e soprattutto di dettare nuovi standard tecnici e di coinvolgimento per il genere degli open world. Il selvaggio west della casa di Grand Theft Auto è vivo, pulsante e grottescamente meraviglioso, e arricchito da trovate squisitamente ludiche impossibili da rintracciare nelle produzioni della concorrenza.

Persona 5

Persona 5 è senza dubbio uno di quei titoli dallo stile che potremmo definire inarrivabile. Si tratta di un gioco di ruolo di stampo giapponese in cui grafica, colonna sonora e narrazione contribuiscono ad immergerci in un anine interattivo a tema scolastico. Una tematica molto cara al popolo nipponico, che va ad intrecciarsi con una storia meravigliosa e un sistema di combattimento che farà sicuramente gola ai puristi, e a chi apprezza un JRPG dalle dinamiche profonde. In ogni caso, potrebbe tentare anche i neofiti, guidati fin dall’inizio alla scoperta non solo di uno dei titoli migliori per PS4, ma anche di un intero genere. Di cui Persona 5 è uno degli esponenti più brillanti dell’intera generazione attuale.

Dragon Ball FighterZ

Confezionare un videogioco di Dragon Ball non è mai facile. Eppure i ragazzi di Arc System Works e di Bandai Namco ci sono riusciti con Dragon Ball FighterZ, picchiaduro che, per stile grafico, si avvicina – migliorandola addirittura! – alla visione artistica del mangaka Akira Toriyama, il papà di Goku e dei suoi compagni Saiyan. Il tutto arricchito da un sistema di combattimento che sterza verso un approccio tecnico assai gradevole. E che strizza l’occhio verso i patiti del genere di appartenenza. Gli scontri sono a squadre da tre, e racchiudono tutta la maestria degli sviluppatori di Arc System, già autori di BlazBlue e dell’acclamata saga beat ‘em up di Guilty Gear.

The Witcher 3 Wild Hunt

Dopo i primi due apprezzati capitoli di The Witcher, lo strigo Geralt di Rivia è tornano con Wild Hunt. E ha subito ridefinito i canoni dei giochi di ruolo d’azione a mondo aperto, imponendosi come un’opera fantasy in poligoni quasi inattaccabile. Ispirato all’omonimo ciclo di romanzi, The Witcher 3 è per il momento l’opera più bella di CD Projekt REDalmeno in attesa di Cyberpunk 2077, in uscita nel 2020 su PC e console dell’attuale generazione. Un viaggio da vivere a portata di pad, e che rappresenta un acquisto imprescindibile per quanti sono alla ricerca di uno dei migliori giochi per PlayStation 4 attualmente in commercio. Tra grafica e colonna sonora, l’epicità è di casa in questa produzione, che potrebbe fare felici anche i telespettatori – e videogiocatori! – ormai orfani di Game of Thrones.

Uncharted 4 Fine di un Ladro

Questa prima selezione dei migliori giochi PS4 non poteva che chiudersi con Nathan Drake, uno dei volti più rappresentativi e amati dell’intero ecosistema PlayStation. E lo fa con l’ultimo capitolo della sua antologia, Uncharted 4 Fine di un Ladro, che trascina il protagonista – e di riflesso noi giocatori! – in un’avventura esotica in terza persona fatta di ambientazioni mozzafiato, sparatorie e battute dall’ironia pungente – vero e proprio marchio di fabbrica dell’intero brand. Se da una parte potrebbe intristire la decisione dello sviluppatore californiano di dedicarsi ad altro, dall’altra è davvero difficile immaginare un finale migliore e meglio scritto per le intere avventure del buon Nathan, ora atteso a cinema in un tie-in che ne ripercorrerà la giovinezza e il primo incontro con l’inseparabile mentore Sully.

Questi erano, secondo noi, i 10 giochi da avere su PlayStation 4. Avremmo però potuto tranquillamente allargare la lista a molti più titoli: per questo motivo vi invitiamo ad esplorare con noi anche i migliori giochi PS4 divisi per genere di appartenenza. Questo vi permetterà di esplorare una categoria a voi cara e di vostri interesse, come ad esempio quella dei giochi di guida, degli sparatutto in prima persona o delle avventure in terza persona, tanto per citarne alcuni.

I migliori giochi PS4 sparatutto in prima persona

DOOM

Mentre tutti gli occhi sono puntati sul seguito DOOM Eternal – visto in azione tra le luci e i colori dell’ultima edizione dell’E3 di Los Angeles -, il suo predecessore è ancora oggi uno degli sparatutto in prima persona più belli presenti su PS4, nonché uno dei giochi migliori in assoluto. Il reboot di DOOM, storica saga FPS, offre infatti un’esperienza di gioco che non tradisce le sue origini, pur rimaneggiata per sposare i canoni dell’industria moderna. Il tutto per offrire una danza di proiettili e demoni brutalmente divertente. Proprio questi demoni inarrestabili, assieme ad armi incredibilmente distruttive e movimenti fluidi e rapidi costituiscono le basi per un intenso combattimento in prima persona. Potremo quindi lanciarci nella campagna principale per giocatore singolo, oppure preparare le nostre bocche da fuoco preferite per affrontare diverse modalità pensate per il multiplayer. Non solo, è presente anche un riuscito editor di mappe, denominato DOOM SnapMap, che consente di creare i nostri livelli personalizzati e di condividerli con gli altri appassionati online.

Wolfenstein II The New Colossus

Wolfenstein II The New Colossus è il seguito diretto dell’acclamato sparatutto in soggettiva Wolfenstein The New Order, sviluppato dai ragazzacci di MachineGames. Si tratta di uno dei migliori giochi PS4 disponibili, e che affronta ora con ironia ora con spietata freddezza una visione alternativa degli Stati Uniti d’America, sconfitti dalla Germania e soggiogati dal nazismo. Coinvolgente avventura realizzata con l’avveniristico motore id Tech 6, Wolfenstein ci chiama allora ad affrontare il regime in luoghi realmente emblematici, come la piccola città di Roswell in New Mexico, le strade allagate di New Orleans e una Manhattan post-atomica. Come per ogni FPS che si rispetti, anche in questo caso avremo un potente e vario arsenale a nostra disposizione, nei panni del carismatico B.J. Blazkowicz, noto anche come “Terror-Billy”, membro della resistenza, terrore dell’impero nazista e ultima speranza dell’umanità libera. Si tratta, insomma, di una produzione dalla rara bellezza, una delle poche che abbandona ogni velleità di multiplayer per mettere sul piatto un menù da vivere soli contro il nemico.

Titanfall 2

Sviluppato da Respawn Entertainment e prodotto da Electronic Arts, Titanfall 2 è uno sparatutto in prima persona che rientra senza troppi dubbi tra i giochi migliori per PS4. Da una costola di questa incredibile saga, nascerà poi il fenomeno Battle Royale Apex Legends, che sfida a muso duro – e con una formula distributiva che sposa il modello free to play – lo strapotere del rivale Fortnite. Più volte si è parlato di un terzo capitolo, nonostante il secondo non abbia raggiunto il successo sperato dal publisher Electronic Arts. Quel che è certo è che il titolo merita le vostra attenzioni. Da una parte offre una campagna principale tra le più belle e ispirate tra quelle viste in questo genere, dall’altra un multipayer innovativo, che fa della verticalità degli ambienti e di possenti e pilotabili mech i suoi pilastri.

Overwatch

Blizzard Entertainment è nota soprattutto per pietre miliari del calibro di Warcraft, Diablo e StraCraft. Eppure, allontanandosi dalle sue produzioni più celebri, è riuscita non solo a creare una IP originale, ma anche uno dei migliori giochi PS4, ancora sulla cresta dell’onda grazie ad una folta community di appassionati che ne popolano i server. Overwatch è un hero shooter massivo, in cui soldati, scienziati, avventurieri e fenomeni si scontrano in squadre per raggiungere la vittoria. Ognuno dei personaggi vanta un background e una personalità specifiche, così come abilità proprie in grado di ribaltare la sorte di ogni scontro. Divertentissimo, potrebbe dare – piacevolissima! – dipendenza.

Destiny 2

Tra i migliori giochi PS4 di genere FPS, non poteva di certo mancare Destiny 2. Si tratta del sequel di Destiny, gioco d’azione in prima persona acclamato in tutto il mondo, che porta i giocatori in un viaggio epico per difendere l’umanità dall’annientamento. Nella storia di Destiny 2, l’ultima città sicura della Terra è caduta ed è in rovina, occupata da un nuovo potente nemico e dal suo esercito, la Legione Rossa. Come nel prequel, anche in questo caso andremo ad interpretare un Guardiano, scegliendo la sua classe tra Titano, Cacciatore o Stregone. Per un’esperienza di gioco che continua ad essere arricchita a suon di espansioni – l’ultima è stata presentata durante l’evento di Google Stadia, e ci riporterà sulla Luna per affrontare, da soli o in un gruppo da tre, una nuova e temibile minaccia. In rete già si parla di Destiny 3, ma al netto dei difetti questa incarnazione della saga rimane piacevolissima per quanti cercano un titolo di ottima fattura e che possa regalare soddisfazioni nel lungo periodo. Proprio come un game as service dovrebbe fare!

I migliori giochi PS4 sparatutto in terza persona

Tom Clancy’s The Division 2

Dopo il primo The Division, Ubisoft e Massive Entertainment non hanno tirato il fiato. Ma anzi, sono riuscite a confezionare un seguito più grande grosso e cattivo del suo predecessore. Un po’ come Destiny, anche The Division 2 mette sul piatto un’avventura da giocare soprattuto online, facendoci però restare sul pianeta Terra. Lo scenario è comunque post-apocalittico, con una misteriosa pandemia che sta decimando la popolazione mondiale. Nel secondo episodio torniamo a vestire i panni di un agente della Divisione – per altro completamente personalizzabile. A cambiare sono le location, che ci portano da New York alla più soleggiata Washington. All’E3 2019 abbiamo poi scoperto tutti i contenuti post-lancio in uscita, che dovrebbero assicurare divertimento da qui ai prossimi mesi – se non anni, per alcuni. Ecco perché The Division 2, al netto di una formula solida e ben costruita, rappresenta uno dei titoli migliori di PS4.

Alienation

Sviluppato da Housemarque e prodotto da SCEA, Alienation è uno sparatutto in terza persona uscito tre anni fa su PS4. In un futuro non molto lontano, la Terra viene invasa da una razza aliena ostile. Sulle prime i governi cercano di tenere nascosti gli incidenti che vedono coinvolte forze extraterrestri, pensando di poter arginare il fenomeno, ma ben presto l’offensiva diventa impossibile da gestire: nel giro di pochi mesi, il pianeta è sotto scacco. Starà a noi intervenire, impersonando uno dei soldati di una squadra ben più ampia, per uno shooter isometrico frenetico e divertentissimo. Divertimento che, come intuibile, si espande a dismisura giocando online in compagnia di amici e conoscenti, così da sterminare la minaccia combinando abilità e armi diverse in una co-op indiavolata.

Fortnite

Fortnite non ha certo bisogno di presentazioni, anche per chi non è un videogiocatore accanito. Non si tratta solo di uno dei migliori giochi PS4, ma ormai è anche un vero e proprio fenomeno di costume, che ha varcato i confini del videoludico per imporsi come una icona pop mondiale. Nato come uno shooter costruttivo che unisce le meccaniche dei tower defense con l’azione ad armi spiegate, il titolo di Epic Games ha poi spopolato introducendo una modalità Battle Royale gratuita, ora arrivata alla sua nona stagione e con pieno supporto al cross-play su ogni piattaforma. E il cui successo non accenna ad arrestarsi, nonostante più di un competitor abbia fatto capolino nel corso degli anni sul mercato.

Dead Nation Apocalypse Edition

Dead Nation Apocalypse Edition è la nuova edizione di Dead Nation per PlayStation 4, titolo già disponibile su PS3. La struttura e i contenuti di gioco sono in linea di massima gli stessi, ma il tutto viene arricchito da un sistema di controllo modificato e un nuovo sistema di “broadcast” che consente la condivisione più immediata dei video di gameplay tramite il tasto Share della console. Non solo, questo action game può godere anche di un notevole miglioramento grafico, che rende ancora più gratificante esplorare, sopravvivere e combattere contro fameliche orde di zombie. Anche in questo caso è possibile giocare sia in singolo che in co-op online, per un appagamento davvero incredibile. Lo apprezzeranno soprattutto quanti si professano fan degli sparatutto vecchia scuola e dall’animo arcade.

The Order 1886

Lo diciamo subito: The Order 1886 è un titolo tutt’altro che perfetto. Eppure il suo comparto grafico ancora straordinariamente attuale e sontuoso, così come una direzione artistica e narrativa sopra le righe, ne fanno ancora oggi uno dei giochi PS4 migliori. Ready at Down ci porta nel cuore della Londra vittoriana, nel pieno di un periodo di grande fermento politico, culturale, scientifico e tecnologico. Si tratta comunque di una versione alternativa e distopica della metropoli britannica a cavallo tra il VII e VIII secolo: una mutazione genetica ha infatti creato i mezzosangue, creature dalle fattezze animalesche, incredibilmente forti e intelligenti. Etichettate con nomi tratti dalla mitologia, queste creature prendono il sopravvento sulla popolazione. 

La sopravvivenza dell’umanità viene allora garantita dalla costituzione di un Ordine di Cavalieri, coraggiosi e determinati a sconfiggere il nemico, i quali si avvalgono di tecnologie futuristiche. Ma sempre agendo nell’ombra. The Order 1886, insomma, nasce dall’incontro tra storia, mitologia e leggenda. Esibendosi in uno shooter in terza persona assolutamente lineare, in cui però la storia riiuscirà a spingervi sempre ad andare avanti. Vestiremo i panni – spesso scomodissimi! – di Sir Galahad Greyson, alfiere fidato di Re Artù, il quale fu fondatore dell’Ordine. La sua longevità (e quella di tutti i Cavalieri) è data dalla Blackwater, una pozione in grado di risanare anche ferite mortali, mentre il suo equipaggiamento avveniristico per l’epoca è perfezionato da Nikola Tesla, brillante scienziato che ha creato gadget e armi per fronteggiare i famelici e temibili mezzosangue.

I migliori titoli PS4 picchiaduro

Mortal Kombat 11

Sangue, violenza e incredibilmente grottesche Fatality tornano ad emozionare i fan con Mortal Kombat 11, massima espressione della saga di picchiaduro creata da Ed Boon e i talentuosi sviluppatori di NetherRealm Studios. Apprezzabile non solo il combat system, ancora più solido e profondo dell’originale – e dotato per altro di effetti cinematografici di assoluto impatto -, ma anche la possibilità di personalizzare molti aspetti diversi dei nostri combattenti, da quelli squisitamente estetici alle abilità speciali. Il nuovo Mortal Kombat non è solo profondissimo, ma anche arricchito da una mole di contenuti impressionanti per il genere di appartenenza. Non dovrebbe allora stupire che, nonostante l’uscita sia piuttosto recente, sia riuscito ad imporsi in breve tempo nella lista dei giochi PS4 migliori di sempre. Almeno in attesa di un probabilissimo sequel!

Street Fighter V Arcade Edition

Street Fighter V Arcade Edition è un’edizione onnicomprensiva del quinto capitolo della saga, inizialmente poco apprezzato dai fan. Con pazienza, impegno e coraggio, Capcom ha rimesso mano al suo ultimo picchiaduro ad incontri, regalandoci lo Street Fighter V che sognavamo – e che assolutamente ci meritavamo! Tantissime le modalità in singolo e in multiplayer disponibili, così come i personaggi a scendere nell’arena di questa nuova declinazione della saga trentennale. Non mancano le vecchie glorie come Ryu, Ken e Chun-Li, così come interessanti new entry nel cast – alcune davvero molto ispirate. Ci sono poi tanti personaggi aggiuntivi rilasciati dopo il lancio, che possono essere acquistati tramite DLC con soldi reali o utilizzando i Fight Money accumulati vincendo le partite nel gioco.

Dragon Ball FighterZ

Uno dei franchise anime più amati e conosciuti in tutto il mondo ritorna alle sue origini con Dragon Ball FighterZ, uno dei migliori giochi PS4 di genere beat ‘em up attualmente in circolazione. Sviluppato da Arc System Works, celebre autore di diversi picchiaduro 2D, il gioco offre come già vi dicevamo una grafica 2D molto vicina a quella della leggendaria serie anime, e più in generale a quello del maestro Toriyama – che per l’occasione ha anche creato un personaggio ad hoc, un androide dai poteri devastanti. Che preferiate dedicarvi alla Storia – per altro ben fatta – o alla modalità Arcade, o ancora agli scontri in multiplayer, FighterZ saprà tenervi incollati allo schermo a lungo. Ed è proprio questo il più grande potere e pregio di uno dei migliori giochi PS4 di genere picchiaduro ad aver calcato gli scaffali dei negozi fisici e digitali negli ultimi anni.

Injustice 2

Sono tanti, e tutti validissimi, i motivi che rendono Injustice 2 tanto seducente per gli appassionati di picchiaduro ad incontri. A partire dal cast, che unisce alcuni dei supereroi e dei supercattivi più amati di casa DC Comics, passando poi per un sistema di combattimento che, ereditando le sue basi da Mortal Komat – della stessa software house -, si fa ancora più solido e spettacolare. Non manca neppure la possibilità di potenziare i nostri lottatori preferiti con diversi pezzi di equipaggiamento, da sbloccare semplicemente giocando. Sia online che nelle missioni sempre aggiornate del Multiverso, che vanno a coinvolgere in una storia originale – e sorprendentemente avvincente! – tutti i volti più amati ed odiati di DC.

Tekken 7

Tekken 7 segna l’epica conclusione della lunga faida della famiglia Mishima e le ragioni che si celano dietro ogni episodio della loro storia. Sfruttando l’Unreal Engine 4, il gioco di combattimenti nato prima in sala giochi e poi portato al successo dalla prima PlayStation targata Sony torna incarnandosi in un beat ‘em up dal piglio spettacolare e altamente cinematografico. E imponendosi come uno dei giochi più belli per PS4. Amore, vendetta, orgoglio, sono tutti temi che vengono messi sul piatto dagli sviluppatori nipponici di Bandai Namco. E che di fatto rappresentano un mero pretesto per farci menar le mani, impugnando naturalmente il nostro fedele DualShock 4. Se non lo avete giocato, è dunque tempo di recuperare. Per lo meno per dare una degna conclusione ad una saga tra le più importanti per l’affermazione del videogioco moderno.

I migliori giochi PS4 di azione/avventura

Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2 è un’avventura epica nel cuore di un’America dura e selvaggia. E di cui siamo sicuri si parlerà ancora a lungo da qui agli anni a venire. Lo sforzo produttivo e creativo di Rockstar Gmes, dopo il già grande successo di GTA 5, è impressionante: grafica, sonoro, tocchi di classe e personaggi incredibili pennellano uno spaghetti western sì lento e a tratti fin troppo ragionato, ma anche intenso e frenetico, da vivere e respirare profondamente in ogni poligono. Ora, i fan guardano già al futuro, nonostante siano ancora impegnati nelle missioni del comparto multiplayer Red Dead Onine. Cosa ci riserverà la “R stellata” con GTA 6 e i suoi nuovi progetti? Riuscirà a creare un nuovo punto di riferimento per gli open world?

God of War

Con l’ultimo God of War, il dio della guerra è profondamente cambiato. I Kratos che conoscevamo è stato “ucciso” da un guerriero barbuto e dal suo speciale rapporto con il figlioletto Atreus. I due si imbarcano in un epico viaggio di introspezione e violenza, da vivere tra le leggende e le pericolose creature che animano la mitologia norrena. Abbandonata l’Antuca Grecia sono i ghiacci del nord ad ospitare Kratos e il suo compagno, mentre le meccaniche di gameplay abbracciano ora un approccio più complesso e dagli elementi – quasi – ruolistici. Pure la narrazione, è ora più drammatica ed introspettiva, con l’eroe assai più sfaccettato nella sua caratterizzazione. Non solo, il piccolo Atreus ricopre un ruolo fondamentale nella struttura ludica, descrivendo di conseguenza uno dei giochi PS4 migliori di sempre. E una esclusiva importantissima per sbaragliare la concorrenza di Nintendo e di Microsoft con le loro Xbox One e Switch.

Uncharted 4 Fine di un Ladro

Il già citato Uncharted 4 Fine di un Ladro non segna solo la fine delle avventure esotiche di Nathan Drake, ma anche il capitolo meglio riuscito dell’intera saga che ha fatto le fortune delle console PlayStation in passato. L’ex cacciatore di tesori Nathan Drake è allora costretto a tornare nel mondo dei ladri. Per altro affiancato da volti familiari ai fan e da quello del fratello Sam, creduto precedentemente morto e ora sulle tracce di un leggendario tesoro dei pirati, per il cui ritrovamento avrà bisogno di tutto l’aiuto possibile. Si tratta insomma di uno dei migliori giochi PS4 che Sony abbia mai prodotto, un Uncharted letteralmente “sotto steroidi”, arricchito anche da una divertente modalità online in multiplayer.

Horizon Zero Dawn

Tra i videogiochi PS4 migliori di sempre nel genere action/advenue, c’è pure Horizon Zero Dawn, che ci trascina in un lussureggiante e vibrante mondo aperto post-apocalittico. Qui, dovremo affrontare delle macchine senzienti che hanno preso il controllo della Terra, e che cercano di mettere a tacere la civiltà umana. E dovremo farlo nei panni della bella e letale Aloy, chiamata non solo a scoprire le sue misteriose origini, ma anche a salvare il mondo dal collasso. Da tempo si parla di un possibile sequel diretto e con altissime probabilità lo vedremo tra i titoli di lancio dell’attesissima PlayStation 5, in uscita a cavallo tra il 2020 e il 2021.

Resident Evil 2

Pubblicato originalmente nel 1998, Resident Evil 2 rappresenta uno dei survival horror più belli e celebri dell’intera storia videoludica. Un titolo che è entrato nella leggenda, e che all’inizio del 2019 è tornato alla ribalta con uno stupefacente remake, che ha quasi del clamoroso. Un remake che, rimettendoci nei panni di Leon S. Kennedy e di Claire Redfield, ci trascina di nuovo tra le strade infette di Raccoon City, e soprattutto tra le inquietanti stanze della sua Stazione di Polizia, in cui affrontare zombie affamati e altre minacce mutanti. Con una inedita visuale in terza persona, il remake di RE2 riprende le meccaniche tradizionali della saga, riadattandole ai gusti di un pubblico più moderno e dinamico. La grafica, poi, è del tutto rifatta grazie alle potenzialità del RE Engine, ed in grado di regalare ore ed ore di puro terrore. Non mancano neppure scenari inediti e frammenti di storia creata appositamente per questa meravigliosa rinascita.

I migliori giochi PS4 sportivi

FIFA 19

Tra i migliori giochi PS4 di calcio, è impossibile non citare FIFA 19. Almeno in attesa del già promettente FIFA 20, in uscita a settembre di quest’anno. FIFA 19 è la simulazione calcistica di Electronic Arts per la stagione 2018/2019, che apporta la sua dote di evoluzioni tecniche e contenutistiche alla base già nota a tutti i calciatori virtuali. Per altro strappando la prestigiosa licenza della UEFA Champions League al rivale di sempre, Pro Evolution Soccer di Konami. FIFA 19, tra partite in solitaria, campionati e sconti online all’ultimo rigore, propone anche il finale della storia di Alex Hunter con Il Viaggio: Campioni, così come nuove modalità all’interno di FUT, ormai fiore all’occhiello dell’intero franchise sportivo del colosso di Redwood City.

NBA 2K19

Gli amanti del basket, non possono di certo perdersi NBA 2K19, ultima evoluzione della saga di 2K Games. Evoluzione che per altro ne celebra i 20 anni dalla prima apparizione sulle scene, mettendo in gioco un gameplay più realistico e frenetico, così come la nuova modalità Quartiere, assai divertente e appassionante per chi cerca qualcosa in più che un semplice arcade dedicato alla pallacanestro. Il comparto tecnico è poi stellare, così da aumentare di gran lunga il coinvolgimento e l’immedesimazione nei campionissimi che animano la NBA reale.

Pro Evolution Soccer 2019

Tornando al calcio virtuale, anche Pro Evolution Soccer 2019 rappresenta una scelta validissima per gli appassionati. E anche lui si prepara a lasciare il passo al seguito, PES 2020, annunciato all’E3 2019 di Los Angeles. Non potrò vantare tutte le licenze ufficiali che sfoggia FIFA, ma il calcio targato Konami non ha davvero nulla da invidiare al rivale diretto in termini di gameplay. Anzi, alcuni preferiscono di gran lunga l’approccio della compagnia giapponese, che ha deciso di sterzare su un realismo senza precedenti. Anche dal punto di vista grafico, i passi in avanti rispetto agli altri episodi sono notevoli, così come è impressionante lo spettro di animazioni conferite ad ogni calciatore poligonale presente in campo.

Rocket League

Avreste mai pensato che un bizzarro gioco di corse incrociato con le regole de calcio potesse rappresentare uno dei giochi migliori su PS4 in circolazione? Rocket League è proprio questo, colorato, caciarone, divertente eppure altamente tecnico per chi decidesse di approfondirne a fondo le meccaniche. No a caso la sua natura multiplayer a squadre ha conquistato anche il panorama sempre più rilevante degli eSport, ritagliandosi un posto d’onore nelle competizioni internazionali. Seppur la vostra ambizione non dovesse puntare a tali traguardi, sappiate che si tratta di un videogame che, se giocato con la compagnia giusta, sa rivelarsi davvero una droga di risate e spettacolari evoluzioni.

EA Sports UFC 3

EA Sports UFC 3 ci porta nel cuore dell’universo UFC, brutale e violentissimo nel panorama degli sport da contatto. Questa terza incarnazione del franchise cerca di rivoluzionarne la formula integrando il Real Player Motion Tech, che rappresenta il movimento degli atleti con un realismo senza precedenti nei videogiochi sportivi. Pugni, calci, coperture e contromosse sono stati registrati con motion-capture all’avanguardia, puntando così ad una esperienza di combattimento più competitiva e assolutamente più vicina a quella reale. Potremo allora esibirci in scontri in singolo e in una ricca modalità carriera G.O.A.T., così come in combattimenti all’ultimo sangue in multigiocatore online, in cui dimostrare i risultati del nostro duro allenamento.

I migliori titoli PS4 giochi di ruolo

Persona 5

Persona 5 è un RPG incentrato sui conflitti – interiori e non – di un gruppo di tormentati studenti liceali. Tutti conducono una doppia vita come Ladri Fantasma. I protagonisti di quello che per il momento si può definire il miglior JRPG per PS4 e massima espressione artistica di Atlus vivono la quotidianità dei tipici liceali che animano la città d Tokyo: lezioni da seguire, attività post scuola, lavori part-time. In realtà, la loro doppia anima da Ladri Fantasma, gli permette di lanciarsi in avventure segrete all’ultimo combattimento, in cui scatenare il loro potere. Quest’ultimo deriva dalla Persona, il concetto junghiano dell’Io.

The Witcher 3 Wild Hunt

Geralt di Rivia, uno degli ultimi cacciatori di mostri, è invece il protagonista indiscusso della saga di The Witcher. Antieroe la cui popolarità è letteralmente esplosa con il terzo capitolo, sempre ad opera di CD Projekt RED – tanto da spingere Netflix a creare una serie TV, in uscita entro la fine del 2019. Come già accennavamo, The Witcher 3 Wild Hunt si ritaglia un posto speciale tra i giochi PS4 migliori di sempre, trasportandoci in un mondo devastato dalla guerra, per confrontarci contro il nemico più oscuro che l’umanità abbia mai dovuto affrontare, la Wild Hunt. Si tratta di un gioco enorme e ricchissimo di attività, un actionRPG a mondo aperto pennellato da missioni secondarie sempre varie ed interessanti, da una narrazione fuori scala e da un impianto artistico che, nel complesso, è realmente sorprendente.

Wild Hunt è una Caccia Selvaggia di cui respirare ogni poligono a pieni polmoni, al fianco di un personaggio non convenzionale che, al netto di un carattere spigoloso e apparentemente egoistico, vi farà inevitabilmente innamorare. Le due espansioni Hearts of Stone e Blood & Wine sono poi quei rari DLC che riescono ad eguagliare la cura della campagna principale, sia a livello contenutistico che “banalmente” narrativo. Non sappiamo se arriverà mai un sequel – per ora sacrificato in nome di Cyberpunk 2077. Quel che è sicuro è che, se amate i giochi di ruolo, non potete di certo lasciarvi scappare un titolo che, da solo, ha ridefinito un intero genere.

Bloodborne

Diretto dal geniale game designer giapponese Hidetaka Miyazaki – che di recente ha unito le forze addirittura con George R. R. Martin per dare vita al promettente Elden Ring -, Bloodborne ci porta tra la strade infette e maledette di Yharnam, per trovare una cura al male che affligge il protagonista – del tutto personalizzabile grazie ad un editor competo. Il tutto proprio nella Notte della Caccia, che ci costringerà ad affrontare mostruosità assortite ad ogni angolo, e soprattutto differenti e spettacolari boss. Lo stile maturato da From Software con la saga di Dark Souls qui è ampiamente percepibile. Eppure, va ad arricchirsi di una visione nuova, sia ludica che artistica. Bloodborne è quasi un poema di sangue, in cui alcuni elementi horror sposano il fascino dell’estetica vittoriana, per un risultato che, a schermo, resta di rarissima seduzione.

Dragon Quest XI: Echoes of an Elusive Age

Dragon Quest XI: Echi di un’Era Perduta è il più classico dei GDR giapponesi. Ultima incarnazione di una saga che non ha di certo bisogno di presentazioni, e forse quella più bella e complessa. Un gioco, quello a marchio Square Enix, che non inventa nulla e che neppure prova ad apportare delle innovazioni nel genere di appartenenza. E, detto fuori dai denti, va benissimo così! La storia vi porterà a viaggiare al fianco di un improvvisato eroe e della sa banda di amici, mettendo sul piatto oltre 100 ore di gioco intenso, impreziosito da tradizionali combattimenti a turni. S tratta di un gioco per tutti? Assolutamente no, ma i più pazienti tra voi scopriranno una meravigliosa e colorata esperienza in un reame incantato, e che si prepara a debuttare – con una versione apposita – anche sugli schermi della console ibrida Nintendo Switch.

Monster Hunter World

Ogni dieci anni, i draghi anziani migrano verso il Nuovo Mondo, compiendo ciò che viene definita “la traversata degli anziani”. A bordo della Quinta Flotta incontriamo il protagonista di questa storia, un cacciatore che sta per imbarcarsi nel più grande viaggio della sua vita. Questo è l’incipit di Monster Hunter World, ultima incarnazione del monster game targato Capcom. Pur semplificando parte delle meccaniche della saga per aprirsi ad un pubblico più vasto, il colosso di Osaka è riuscito nell’impresa di trascinare nella nuova generazione questo brand, coinvolgendo fan vecchi e nuovi in un’avventura epica, da vivere a portata di DualShock 4 sia in solitaria che in vere e proprie battute di caccia in compagnia di altri giocatori online.

I migliori giochi PS4 giochi di guida

WipEout Omega Collection

Tra i migliori giochi PS4 era lecito attendersi anche WipEout Omega Collection, almeno per la categoria dei giochi di guida. I gamer più navigati ricorderanno sicuramente questo brand, riproposto in una raccolta a tutta velocità sull’ultima console della grande famiglia PlayStation. Il videogame ci consente di pilotare 46 navicelle uniche su 26 tracciati invertibili in 9 modalità di gioco riprese dai popolarissimi WipEout HD Fury e WipEout 2048. Cuore pulsante è, oltre alla Carriera, la modalità multiplayer, in cui sfidare altri piloti virtuali per tagliare, tra curve mozzafiato e sprint bonus, il tanto ambito traguardo.

Project CARS 2

Project CARS 2 non è il classico gioco di guida, ma uno di quei titoli la cui passione è per certi versi non replicabile. Non a caso, questo secondo capitolo è stato confezionato da un team di veri esperti di motori, proponendosi come la più realistica esperienza di guida mai realizzata, inferiore solo al pilotare una vera auto da corsa. Il tutto grazie anche al coinvolgimento nel progetto – ad oggi uno dei migliori giochi PS4 per chi cerca emozioni su quattro ruote – di piloti di livello mondiale, sposando anche la causa degli eSport. Project CARS 2 include praticamente ogni genere di vettura, dalle GT alle turismo, fino a prototipi delle gare endurance e le avveniristiche hypercar.

DiRT 4

La miglior serie al mondo di corse off-road è andata recentemente ad incarnarsi in DiRT 4. Il gioco propone le discipline rally, rallycross e landrush, vantando un modello di guida intermedio tra la simulazione pura di DiRT Rally e la serie classica DiRT. Per la prima volta nella storia del brand, è poi possibile dare vita ai propri tracciati personalizzati grazie ad un editor piuttosto completo, che possono poi essere condivisi immediatamente con il resto della community.

Trackmania Turbo

Come gli altri esponenti della saga, Trackmania Turbo si propone come un’esperienza arcade immediata e genuina, per molti versi fedele alle caratteristiche ormai consolidate della serie, ma arricchita anche da alcuni tratti caratteristici. Velocità e una curva di apprendimento non morbidissima – ma mai frustrante – ne fanno un acquisto immediato per chi apprezza le due ruote e quei titoli che non si prendono mai troppo sul serio. Un’esplosione di colori e motori, quella di Trackmania Turbo, che potrebbe tenervi incollati a pad e schermo davvero a lungo, soprattutto nel caso vogliate battere ogni record e scalare le classifiche online.

MotoGP 19

MotoGP19 è un orgoglio tutto italiano. Realizzato infatti dalla milanese Milestone, da sempre focalizzata sui videogame di guida – su due e quattro ruote -, il nuovo capitolo ha decisamente la stoffa e l’ambizione del campione. Uno degli elementi che più di tutti avvalorano questa tesi e proiettano l’ultimo MotoGP tra i migliori giochi PS4 su strada è la presenza di A.N.N.A., un complesso strumento basato sulle reti neurali e sul machine learning potenzialmente rivoluzionario per l’intero genere di riferimento.

I migliori titoli PS4 di avventura

Detroit Become Human

Dalla Quantic Dream de game designer francese David Cage, già autori di Heavy Rain e Beyond Due Anime, arriva Detroit Become Human. Come gli altri progetti della software house d’Oltralpe, anche quest’ultimo fa della narrazione e delle scelte dei giocatori i suoi pilastri fondamentali. La trama ci porta in una Detroit del futuro – nel 2038! -, e ci permette di controllare gli androidi Kara, Connor, Markus. Alternando le storie dei tre protagonisti, ne vivremo ogni gelida emozione, in una crescente lotta alla ricerca di dignità, diritti e vita.

What Remains of Edith Finch

What Remains of Edith Finch è un gioco molto particolare, e di certo non adatto a tutti. Un titolo che è pensato per tutti quelli che, all’azione, preferiscono il piacere della scoperta e della narrazione articolata. Si tratta, nello specifico, di una raccolta di racconti bizzarri di una famiglia dello stato di Washington. Noi andremo a controllare Edith, chiamata ad esplorare la magione dei Finch alla ricerca di aneddoti sulla sua storia della sua famiglia – di cui è l’ultima sopravvissuta. Realizzato con una prospettiva in prima persona per aumentare il senso di immersione, con cui andremo a vivere le storie dei nostri antenati e a scoprire le cause che ne hanno decretato la morte.

Journey

Sviluppato da Thatgamecompany, team già responsabile di Flow e Flower, anche Journey non è un videogame nel senso classico del termine. Vestendo i panni di un misterioso viandante, nel gioco – uno dei migliori per PS4 nel genere delle esperienze visive – abbiamo come obiettivo primario quello di attraversare un’immensa distesa, da solo o al fianco di compagni incontrati nel nostro peregrinare. Il gameplay, poi, ci consente di utilizzare – sullo sfondo di un’ambientazione decisamente suggestiva – la stoffa e altri elementi dello scenario per creare ponti o dispositivi in grado di trasportarci da un punto all’altro della mappa.

Life is Strange

Life is Strange è una storia in cinque capitoli che ha saputo rivoluzionare il genere dei giochi a episodi. E che ha generato un prequel, un’avventura auoconcisiva e un sequel, i cui ultimi episodi sono tutt’ora in sviluppo – come visto nel corso della conferenza Square Enix in occasione dell’E3 2019 di Los Angeles. Nei panni di Max, una giovane studentessa di fotografia dotata del potere di riavvolgere il tempo, dovremo indagare sulla sparizione di una sua compagna di scuola, così come sui misteri che avvolgono la cittadina fittizia di Arcadia Bay. Si tratta di un racconto dall’animo indie – complici anche la spettacolare colonna sonora! -, in cui amore, amicizia, misteri e diversi finali si intrecciano in una danza indimenticabile.

Detention

Detention è un gioco horror ambientato nella Taiwan del 1960, sotto legge marziale. Incorpora elementi della cultura e della mitologia cinese/taiwanese e narra, con poligoni e scene disegnate a mano, la storia della scuola superiore Greenwood. Il luogo non è quello che i due studenti protagonisti conoscevano: ora è corrotto da un indefinibile male, costantemente in agguato. Il loro fine ultimo è quello di riuscire a fuggire, esplorando contemporaneamente il campus, ricco di oggetti da collezionare e puzzle da risolvere. Si tratta insomma di una reinterpretazione dei classici punta e clicca, e a conti fatti di un’esperienza molto originale, che non tutti si sarebbero aspettati di vedere in una classifica dedicata ai migliori giochi PS4.

Insomma, questa è la nostra ricca selezione che cerca di includere alcuni dei migliori giochi disponibili attualmente su PlayStation 4. Li conoscevate tutti? Siamo riusciti a farvi scoprire qualche titolo di cui ignoravate l’esistenza e che ora è finito diritto nella vostra lista dello shopping videoludico?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.