Il finale di Billions 4 su Sky Atlantic con un plot twist che regala al pubblico le basi per la quinta stagione

Il finale di Billions 4 chiuderà anche l'alleanza tra Axe e Chuck?

1
CONDIVISIONI

Tutto è pronto per il gran finale di Billions 4 su Sky Atlantic. L’appuntamento è fissato per oggi, 14 giugno, alle 21.15 con un doppio episodio destinato a rimanere nella storia della serie tv. Questa volta i fan sono sicuri non solo di potersi godere un gran finale ma anche che la quinta stagione è già annunciata e quello che succederà ne sfornerà le fondamenta.

Gli ultimi due episodi regaleranno ai fan dei colpi di scena, una lunga serie di tradimenti che si concluderà proprio con Chuck ed Axe di nuovo uno contro l’altro. Ad andare in scena questa sera saranno gli ultimi due episodi di Billions 4 e, in particolare, Chuck è ancora alle prese con i documenti di cui deve disfarsi e per farlo dovrà chiedere una mano al suo acerrimo nemico, Axe. Proprio questo li ha fatti combattere dalla stessa parte in queste settimane ma il pomo della discordia o, meglio, la sorpresa finale potrebbe arrivare con e da Taylor.

La sinossi del gran finale rilasciata da Sky si legge: “A proposito di rapporti che stanno per vacillare, come vanno le cose tra Bobby e Rebecca? Sembrava che Axe si fosse finalmente innamorato per davvero, ma sappiamo che il suo cuore pulsa solo per una cosa: il dollaro”.

Sarà il finale di Billions 4 a tirare le fila e chiudere il cerchio intorno ai due protagonisti che si ritroveranno a lottare uno contro l’altro sia negli ultimi minuti di questa quarta stagione che nella quinta già annunciata. Taylor, Chuck, Wendy, Rebecca e Bobby saranno i protagonisti di questo intricato finale, il resto lo scopriremo solo nei prossimi mesi quando la quinta stagione, molto probabilmente quella finale, prenderà forma.

Billions 5 ci sarà e andrà in onda nel 2020 partendo proprio da quello che succederà questa sera in seguito alle azioni di Taylor.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.