Cuba Gooding Jr accusato di aggressione sessuale: l’attore di American Horror Story si consegna alla Polizia

Cuba Gooding Jr si consegna alla polizia dopo l'accusa di aggressione sessuale, ecco cosa è successo all'attore di American Horror Story (e non solo)

19
CONDIVISIONI

Cuba Gooding Jr accusato di aggressione sessuale? Fino a prova contraria sembra proprio di sì e lui stesso, per risolvere la sua situazione, ha deciso di consegnarsi alla polizia in queste ultime ore. Lo abbiamo visto in American Crime Story e in American Horror Story ma sicuramente il premio Oscar Cuba Gooding Jr non è solo un volto noto della televisione e delle serie tv e la sua lunga carriera adesso potrebbe essere a rischio per via di quello che è successo in un noto locale di Manhattan, almeno secondo la sua accusatrice.

Secondo quanto riporta People, sembra che una studentessa della New York University abbia accusato Cuba Gooding Jr di molestie sessuali anche se il detective della polizia di New York, Martin Brown, dice che non sa ancora quale sarà l’accusa nei suo confronti. Secondo il racconto della donna sembra che Cuba Gooding Jr le abbia toccato il seno al Magic Hour Rooftop Bar and Lounge sulla 7th Avenue a Manhattan durante una serata in cui lui è apparso “alterato”.

La presunta vittima ha raccontato anche di aver avuto poi una discussione con lui dopo i palpeggiamenti ma l’avvocato dell’attore ribadisce l’estraneità ai fatti del suo cliente. Mentre un funzionario delle forze dell’ordine ha detto al Times che gli investigatori hanno trovato filmati di telecamere di sicurezza che presumibilmente avrebbero verificato le accuse della donna, l’avvocato di Gooding Jr, Mark J. Heller, continua a ribadire di aver visionato i video e che niente attesti quello che lei racconta.

I video della serata condivisi da TMZ mostrano Gooding pronto a ballare e cantare quella sera e alcuni testimoni parlano di “umore gioioso”, “Era super buono … e con tutti”. Intanto Heller dichiara a People:

“So che il video, che ha coperto l’intera serata, non mostra assolutamente alcun comportamento inopportuno da parte di Cuba e sono francamente scioccato che il PM possa considerarlo un caso. Conosco Cuba da quasi 30 anni e la sua condotta nei confronti delle donne è sempre rispettosa. Rispetta le donne e non farebbe mai questo tipo di cose”.

Dal canto suo Gooding Jr ha ribadito di essere estraneo ai fatti: “Confido nel sistema, lascio che il processo parli da solo. C’è un nastro che mostra cosa è realmente accaduto”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.