E3 2019 Ubisoft tra Watch Dogs Legion e Uplay+, i dettagli della conferenza

Come sempre non ha deluso le aspettative il colosso francese, che ha svelato le proprie carte per i prossimi mesi

5
CONDIVISIONI

Procede senza soluzione di continuità la fiera losangeliana dedicata ai videogiochi, che nella seria di ieri ha visto l’E3 2019 Ubisoft catturare le attenzioni di tutti i videogiocatori connessi da tutto il mondo. L’appuntamento con il publisher transalpino nella città californiana non è mai banale, e le edizioni dello scorso anno della conferenza ne sono state una prova lampante. Chiaro è che quindi le aspettative non potevano che essere adeguatamente elevate in vista di prossimi mesi assolutamente intriganti sotto il profilo dei contenuti pronti a invadere il mercato.

Non ha di certo deluso i propri fan l’E3 2019 Ubisoft, che come era lecito attendersi ha portato sul palco del Convention Center tutti gli elementi utili a calamitare le attenzioni della community videoludica per i prossimi dodici mesi e anche più. Watch Dogs Legion non poteva non essere il protagonista indiscusso della conferenza: il nuovo titolo della serie arriverà sul mercato a partire dal 6 marzo 2020 nelle edizioni per PS4, Xbox One, PC e Google Stadia, e porterà gli utenti nella già anticipata location di Londra nel periodo post Brexit in una società che è ormai pronta a collassare su sé stessa. Confermate le voci di corridoio che volevano la possibilità di prendere il controllo degli NPC presenti nel titolo, con il team di sviluppo che a questo punto è chiamato a perfezionare il sistema per garantire un’esperienza ludica all’altezza delle aspettative dei fan.

Protagonisti dell’ultimo anno e anche del futuro, come si evince dall’E3 2019 Ubisoft, saranno For Honor e Rainbow Six Siege. Il primo si arricchirà della modalità spettatore, disponibile gratuitamente, e dell’evento a tempo limitato Shadows of the Hitokiri (disponibile da ieri, 10 giugno, e fino al 28 di questo stesso mese), mentre il secondo ha sciorinato le feature della nuova stagione tra cui i due nuovi specialisti, Nokk e Warden, disponibili da oggi 11 giugno per i possessori di Season Pass per l’anno quattro (tutti gli altri dovranno attendere il 18 giugno per poterli aggiungere al roster degli operatori disponibili).

Sempre a tema Rainbow Six è un altro dei grandi annunci dell’E3 2019 Ubisoft: stiamo parlando di Rainbow Six Quarantine, il nuovo titolo di stampo cooperativo che permetterà di godere di tutte le dinamiche ludico tattiche della saga questa volta per confrontarsi con avversari gestiti dall’intelligenza artificiale. Tre i giocatori che potranno spalleggiarsi in un gameplay che agli utenti con maggiori anni di “servizio” all’interno della serie hanno avuto modo di giocare la modalità Outbreak di Rainbow Six Siege. Ci sarà da pazientare però, dal momento che il gioco è previsto per il Q1 del 2020, e i prossimi mesi non mancheranno di fornire nuovi dettagli sulla produzione.

Le voci do corridoio non circolano mai per caso, e chiaramente quelle sull’Ubisoft Premium Pass non hanno fatto eccezione. Nel corso dell’E3 2019 Ubisoft il colosso francese ha infatti rivelato Uplay+, il nuovo servizio tarato per gli utenti PC e quelli futuri di Google Stadia che al prezzo di 14,99€ permetterà di fruire oltre cento titoli con annesse espansioni e contenuti esclusivi. Premio garantito a tutti coloro che si pre registreranno fin da ora sarà l’accesso gratuito garantito fino al 30 settembre 2019, con il recesso che sarà effettuabile in qualsiasi momento.

Una rapida carrellata è poi più che obbligatoria su tutti gli altri prodotti che hanno calcato il palco dell’E3 2019 Ubisoft, a partire da Ghost Recon Breakpoint (in arrivo il prossimo 5 ottobre) per finire ad Assassin’s Creed Odyssey e alla sua Story Creator Mode, la modalità che permetterà ai giocatori di creare contenuti unici da mettere a disposizione degli altri utenti. Interessante e meritevole di una parentesi a parte è poi Roller Champions, prodotto pensato per il PvP e in arrivo in formato gratuito che sarà disponibile in formato di demo pre alpha nel periodo compreso tra il 10 e il 14 giugno: un momento unico per capire quali saranno le velleità di questo simpatico esperimento.

Ha senza dubbio stuzzicato l’appetito ludico degli astanti e del pubblico sintonizzato da casa per questo E3 2019 Ubisoft anche Gods & Monsters, particolare produzione patrocinata da Ubisoft Quebec (Assassin’s Creed Odyssey) che non può non riportare alla mente The Legend of Zelda Breath of the Wild per ambientazioni e direzione artistica. Cosa riserverà agli utenti questa nuova produzione? Lo scopriremo a partire dal prossimo 25 febbraio 2020.

Anche The Division 2 ha avuto la possibilità di godersi il suo personalissimo posto al sole sul palco del Convention Center di Los Angeles, con l’E3 2019 Ubisoft che ha svelato i dettagli per i prossimi mesi, con il 2019 che si appresta ad accogliere due nuovi episodi (uno durante il mese di luglio e un altro entro la fine dell’anno, mentre i primi mesi del 2020 vedranno la comparsa dell’episodio numero tre.

La chiusura della conferenza non poteva poi che essere affidata a Just Dance 2020, nuova iterazione di un franchise che definire ormai storico non è esagerato vista la sua decennale presenza sulla scena videoludica. Un’E3 2019 Ubisoft che di certo non ha mancato di soddisfare le aspettative di chi ha trascorso la propria serata godendosi lo spettacolo offerto dal publisher transalpino. Quali sono state le vostre impressioni? Scriveteci nei commenti!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.