Buffy l’ammazzavampiri torna in tv, la serie cult di Joss Whedon dal 10 giugno su Spike: l’effetto nostalgia è servito

Buffy l'ammazzavampiri, la serie cult di Joss Whedon torna in TV: in onda su Spike dal 10 giugno per un appuntamento quotidiano imperdibile.

851
CONDIVISIONI

Sono passati sedici anni dal debutto di Buffy l’ammazzavampiri, e ora l’eroina creata da Joss Whedon torna in TV. Dal 10 giugno, la serie cult degli anni Novanta sbarca su Spike, al canale 49 del digitale terrestre e sarà possibile vederla anche sul 26 di tivùsat.

Per chi non riuscisse a seguire Buffy in diretta, potrà guardarle sul sito ufficiale di Spike TV, sia in streaming che on demand. Il canale manderà in onda tutti gli episodi, dalla prima alla settima stagione, per un appuntamento quotidiano imperdibile. Tre episodi alla volta a partire dalle 17:00.

Joss Whedon realizzò il film Buffy l’ammazzavampiri nel 1992, ma a causa dell’insuccesso commerciale, riprese la trama per produrre una serie televisiva che andò in onda dal 1997 al 2003. Protagonista è Sarah Michelle Gellar nei panni di Buffy Summers, una liceale che scopre di essere la Cacciatrice, una ragazza prescelta dotata di poteri speciali e destinata a combattere contro i vampiri e tutte le creature che minacciano la sua città Sunnydale. Sotto le fondamenta della scuola si trova la terrificante Bocca dell’Inferno, un portale che sprigionerebbe tutto il Male demoniaco sulla Terra.

Insieme a lei, i suoi amici Xander (Nicholas Brendon) e Willow (Alyson Hannigan), guidati dall’Osservatore Giles (Anthony Steward Head). Tra le tante battaglie che dovrà affrontare, la più difficile sarà quella contro il suo amore per Angel (David Boreanaz), vampiro “maledetto”, che ha rubato il cuore della bella e impavida Cacciatrice. Nel cast della serie anche Charisma Carpenter nel ruolo della sarcastica e snob Cordelia, la ragazza più popolare della scuola che non riesce a capire lo strano comportamento del gruppo di Buffy.

Oltre ai toni della commedia adolescenziale, unita all’horror e al dramma, Buffy l’ammazzavampiri ha saputo esplorare la complessità dei rapporti umani. Le forze del Male – vampiri, streghe, lupi mannari – rappresentano le condizioni dell’uomo: amore, odio, solitudine, adolescenza, età adulta.

Grazie all’utilizzo di un linguaggio televisivo moderno, condito da riferimenti alla cultura pop, Buffy l’ammazzavampiri è diventata una pietra miliare nella storia della tv.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.