Alex Britti lascia Amici di Maria De Filippi, cosa potrà mai insegnare ai cantanti Alfonso Signorini?

Il direttore di Chi approda ad Amici, nella commissione del canto.

2
CONDIVISIONI

Alex Britti lascia Amici di Maria De Filippi. Si libera un posto in cattedra nella commissione di canto ma è già stato occupato dal direttore di Chi ed opinionista televisivo Alfonso Signorini.

Cosa potrà mai portare Signorini nella categoria canto di Amici di Maria De Filippi? Il personaggio è noto per occuparsi del mondo della TV e dello spettacolo, dei gossip tra star è tra i re italiani ma cosa potrebbe apportare la sua esperienza alla categoria canto di Amici di Maria De Filippi?

Nella nuova edizione di Amici – la numero 19 – un musicista di comprovata esperienza lascia il suo posto in cattedra. Alex Britti è un cantautore italiano sul quale Maria De Filippi ha voluto scommettere. I suoi insegnamenti nella scuola derivano da una sua formazione musicale e dai decenni di esperienza nel campo. Ha tenuto centinaia di concerti, rilasciato singoli e dischi, ha lavorato in prima persona a testi e melodie, affrontando tournée e attività promozionali. Alex Britti meritava il posto in cattedra ad Amici nella categoria canto.

Quello che portà insegnare invece Alfonso Signorini ai ragazzi della nuova edizione è ancora da vedere. Il suo nome si aggiunge a quelli di Rudy Zerbi – ex discografico e attualmente dj radiofonico – e di Stash Fiordispino – frontman del gruppo dei The Kolors, musicista e cantante italiano che proprio ad Amici ha fatto la sua prima apparizione in TV al fianco della band campana.

L’addio di lex Britti è stata una decisione presa (sembra) dallo stesso musicista che ha deciso di non confermare il suo impegno nel programma TV Mediaset per il prossimo anno. La decisione di inserire Alfonso Signorini al suo posto sembra provenire invece da Maria che ha voluto confermare la collaborazione che in passato lo ha visto nella scuola per qualche lezione ai ragazzi delle scorse edizioni.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.