Cross-play tra PS5 e PS4: una vera nuova generazione per Sony

Nonostante l'assenza all'E3, Sony continua a snocciolare golose informazioni sulla sua console next-gen

1
CONDIVISIONI

PS5 è sempre più presente tra le news dei siti dedicati alla passione videoludica. E lo stesso sta accadendo sulle pagine di OptiMagazine, con sempre più spazio dedicato alla prossima – e attesissima! – console a marchio Sony. Nonostante il colosso nipponico dell’entertainment non sarà presente all’E3 2019 di Los Angeles, si continua infatti a parlare dell’erede di PlayStation 4. Erede che, naturalmente, darà via alla next-gen dell’universo PlayStation.

E se è vero che la “grande S” ha già ufficializzato le specifiche tecniche di PS5, ora è tornata a parlare di altre feature che saranno inserite nella nuova piattaforma – chiamata a scontrarsi a muso duro con la rivale Xbox Scarlett e, in via più trasversale – con Google Stadia. Ecco che dunque Jim Ryan – presidente di Sony Interactive Entertainment – sta rilasciando alcune dichiarazioni interessanti su PlayStation 5, prima fra tutte la conferma che la nuova ammiraglia di Sony potrà far girare i giochi in 4K a 120 FPS, o per meglio dire, che c’è la possibilità teorica che la macchina raggiunga tali prestazioni con discrezione lasciata ai vari team di sviluppo. Soprattutto, dal portale GameSpot, apprendiamo che sarà integrato anche il cross-generational-play – ovvero il cross-play generazionale.

Questo significa, per spiegarla in modo piuttosto semplice, che sarà possibile riprendere a giocare la propria partita, dal punto in cui la si era lasciata su PS4, ma su PS5. Inoltre ha dichiarato che la risoluzione standard utilizzata sarà 4K, arrivando anche ad un refresh rate di 120 Hz. Non solo, la lista amici conterrà anche la console di riferimento dei vari utenti:

Che sia la retrocompatibilità, o la possibilità del cross-generational-play, vogliamo offrire una fase di transizione alla community verso la next-gen. Non sarà una situazione binaria, in cui devi scegliere tra PS4 e la next-gen per continuare a giocare con gli altri.

L’obiettivo di Sony è cristallino: rendere la transizione verso la next-gen – e quindi verso PS5 – molto più liscia e meno traumatica per gli utenti. Un po’ come fa Microsoft da anni. A chiudere la sua intervista, il buon Ryan ha confermato che l’SSD è stato realizzato appositamente per il sistema e farà parte della dotazione standard della macchina e non di una più costosa edizione premium.

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.