Spunta una presunta lettera di Britney Spears sul suo dramma personale: “Controllata e minacciata da manager e famiglia”

Sulla stampa inglese appare una presunta lettera di Britney Spears in cui afferma di non essere libera perché costantemente controllata

1
CONDIVISIONI

La vicenda personale di Britney Spears continua a suscitare scalpore e preoccupare il pubblico per le sue condizioni di salute: dopo l’ingresso in clinica per un crollo nervoso e il conseguente movimento #FreeBritney con cui i fan hanno protestato per un presunto ricovero coatto, spunta un documento che aggiunge altri dubbi sulla condizione della popstar.

Il Daily Mail ha pubblicato giovedì 30 maggio una vecchia lettera scritta a mano e attribuita a Britney Spears – ma sulla cui autenticità non ci sono conferme – nella quale la cantante di Toxic parla di se stessa in terza persona e afferma di essere vittima delle persone che la circondano e di essere stata messa a tacere dalla sua squadra negli anni della depressione vissuta nel 2008, momento dal quale è finita sotto la tutela giuridica di suo padre che ancora oggi controlla il suo patrimonio.

La presunta lettera di Britney accusa il suo management di esercitare un controllo ossessivo sulla sua vita con minacce e costrizioni: nello scritto si legge come ogni suo tentativo di difesa sarebbe stroncato dal ricatto di toglierle l’affidamento dei due figli, raccontando anche tentativi della cantante di proteggere i bambini da tentativi di allontanamento, in particolare l’episodio in cui l’ex marito Kevin Federline è andato a casa della Spears per prendere i figli Preston e Jayden e la cantante si chiuse in un bagno rifiutando di consegnarglieli, con conseguente arrivo della polizia e ricovero in ospedale per la Spears.

Le persone che controllavano la sua vita hanno guadagnato 3 milioni di dollari quest’anno (…) qualsiasi cosa lei faccia è costantemente minacciata che i suoi controllori che le porteranno via i suoi figli. Finché le persone vengono pagate e lei non ha diritti, questa situazione potrebbe andare avanti per un bel po’, ma non è affatto giusta (…) il suo comportamento quando ha portato i suoi figli a chiudersi in bagno è comprensibile, considerando che la sua amica alla porta continuava a dire: “Non preoccuparti, i poliziotti se ne stanno andando, tieni chiuso a chiave”. Le hanno mentito e l’hanno punita,i suoi figli sono stati portati via e lei ha perso il controllo che qualsiasi madre vorrebbe in quelle circostanze.

Secondo quanto riportato nella lettera anche l’ex marito, padre dei suoi bambini, avrebbe approfittato della situazione passando per vittima innocente nonostante sia stato lui a “lasciare lei e i suoi bambini” e quando è andato da lei a New York per chiedere il divorzio non aveva alcuna intenzione di vedere i figli: “Nessuno parla di queste cose perché nessuno sa la verità“.

Alla fine della lettera la Spears ha sottolineato anche di aver sempre provveduto alle esigenze della sua famiglia, comprando a suo fratello un appartamento da 2 milioni, a sua madre una tenuta della Louisiana da 4 milioni di dollari e garantendo a suo padre “il miglior lavoro nel mondo dello spettacolo“.

La lettera sarebbe stata consegnata a un membro della squadra di Spears tra il 2009 e il 2010, ma The Daily Mail ne è entrata in possesso solo ora da una fonte, che afferma che la Spears è ancora preoccupata di essere sfruttata dal suo management e dalla sua famiglia. La popstar sta cercando di vedere i termini della sua tutela affidata al padre nello Stato della California.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.