Ultimo omaggia Domenico Modugno con Tu si na cosa grande (video)

Un momento live particolare nel corso del tour nei palasport.

14
CONDIVISIONI

Ultimo omaggia Domenico Modugno e canta Tu si na cosa grande. L’esibizione a sorpresa si è tenuta nel corso di uno dei recenti concerti del Colpa delle favole tour 2019, che vede Ultimo protagonista di alcuni spettacoli dal vivo nei palasport italiani.

Dopo le due date napoletane che si sono tenute il 28 e 29 maggio al Teatro PalaPartenope, Ultimo lascia la Campania per tornare al nord: lo attende un concerto il 31 maggio a Torino, PalaAlpitour. Anche a giugno si esibirà dal vivo per alcuni spettacoli, tre nello specifico. Il 2 e il 3 giugno, la tournée farà tappa al Pal’Art Hotel di Acireale e il 29 giugno a Lignano Sabbiadoro per un concerto allo Stadio Teghil.

Infine, Ultimo sarà in concerto allo Stadio Olimpico di Roma per La Favola, il prossimo 4 luglio, ultimo evento della sua tournée sold out.

Nel corso dei recenti concerti che ha tenuto nei palasport, il cantante ha voluto rendere omaggio ad un artista che ha scritto la storia della musica italiana: Domenico Modugno. Per porre l’attenzione sulla musica cantautorale di spessore, a fondamento della tradizione italiana, ancora oggi ben impressa nel cuore di tutti noi, Ultimo ha scelto di omaggiare un grandissimo dei tempi passati optando per il successo Tu si na cosa grande che ha eseguito pianoforte e voce.

Oltre alle canzoni in scaletta relative al suo percorso artistico e ai tre dischi di inediti rilasciati negli ultimi due anni – da Pianeti a Peter Pan e Colpa delle favole – Niccolò Moriconi ha aggiunto un omaggio ad uno dei cantautori italiani più apprezzati di sempre.

A condividere il video sui social è stato lo stesso artista, totalizzando migliaia di interazioni.

TESTO

Tu si’ ‘na cosa grande pe’ mme
‘na cosa ca me fa nnammura’
‘na cosa ca si tu guard”a mme
je me ne moro accussi’
guardanno a tte
vurria sape’ ‘na cosa da te
pecche’ quanno i’ te guardo accussi’
si pure tu te siente ‘e muri’
nun m”o ddice
e nun m”o faje capi’, ma pecche’.
e dillo ‘na vota sola
si pure tu staje tremmanno
dillo ca me vuoi bene
comm’io, comm’io,
comm’io voglio bene a tte…
tu si’ ‘na cosa grande pe’ mme
‘na cosa ca tu stessa nun saje
‘na cosa ca nun aggio avuto maje
nu bene accussi’, accussi’ grande…
si pure tu te siente ‘e muri’
nun m”o ddice
e nun m”o faje capi’, ma pecche’.
e dillo ‘na vota sola
si pure tu staje tremmanno
dillo ca me vuoi bene
comm’io, comm’io,
comm’io voglio bene a tte…
tu si’ ‘na cosa grande pe’ mme
‘na cosa ca tu stessa nun saje
‘na cosa ca nun aggio avuto maje
nu bene accussi’, accussi’ grande
accussi’ grande,
accussi’ grande

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.