Il Paradiso delle Signore riparte da Giusy Buscemi e Giuseppe Zeno con le repliche della prima stagione

Su Rai Premium in arrivo le repliche de Il Paradiso delle Signore, ecco i dettagli

927
CONDIVISIONI

Dopo il successo de Il Paradiso delle Signore in versione daily e la conferma di una nuova stagione a partire dal prossimo ottobre, sembra che i fan avranno un altro regalo da mamma Rai. Mentre nel pomeriggio di Rai1 stanno andando in onda in repliche le puntate della soap spin off della fiction, su Rai Premium sarà possibile vedere come tutto è iniziato con la messa in onda della prima stagione.

Il Paradiso delle Signore riapre i battenti riportando sullo schermo la struggente, fresca e intensa storia d’amore tra l’imprenditore Pietro Mori e la bella commessa arrivata dal profondo Sud, dalla Sicilia, l’amata Teresa. Giuseppe Zeno e Giusy Buscemi sono stati i protagonisti delle prime due stagioni de Il Paradiso delle Signore che adesso terrà compagnia al pubblico in replica al mercoledì sera a partire già da domani, 29 maggio, su Rai Premium.

Il Paradiso delle Signore andrà in onda a partire dalla serata di mercoledì, 29 maggio 2019 con i primi due episodi e per un totale di dieci settimane. A quel punto sembra che avremo modo di vedere anche la seconda e ultima stagione quella che ha chiuso la storia di Pietro e Teresa nel peggiore dei modi dando poi vita alla versione Daily che vede Vittorio come protagonista insieme ai nuovi personaggi che man mano si sono inseriti conquistando l’interesse del pubblico di Rai1.

La seconda stagione della versione daily de Il Paradiso delle Signore andrà in onda nel primo pomeriggio di Rai1 a partire da ottobre e nei prossimi giorni il cast tornerà sul set per mettere insieme i nuovi episodi che dovrebbero protrarsi fino a maggio 2020. In questi giorni è possibile vedere le repliche delle prime puntate per la gioia degli appassionati o di tutti coloro che hanno seguito in corsa perdendosi l’incipt delle nuove storie.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.