Nuvole nere sull’uscita dell’Honor 20 e 20 Pro: chiarimenti su posticipo e mancata certificazione

Modello Pro senza certificazione ma rischio aggiornamenti e servizi Google mancanti

12
CONDIVISIONI

Che qualcosa non stese andando per il verso giusto per l’Honor 20 e Honor 20 Pro era già nell’aria. Nella giornata di ieri, su queste pagine, c’è stato modo di sottolineare come la pagina di lancio e ordine dei due dispositivi fosse scomparsa sul sito di Honor Italia dopo la sua prima apparizione in concomitanza con la presentazione dei due device in settimana. La faccenda sembrava essere legata a doppio giro alle vicende del ban di Huawei negli Stati Uniti e ora è possibile darne  l’assoluta certezza, così come non mancano altre notizie non certo confortanti sul futuro commerciale dei due dispositivi.

L’inizio delle vendite di Honor 20 e Honor 20 Pro sarà posticipato in Europa e dunque anche in Italia come sottolinea la fonte Huawei Central. In particolare per il modello Pro, dunque quello più accessoriato, la limitazione più grande  è quella della mancata certificazione Google mai pervenuta fino ad ora e non certo resa disponibile proprio in questi giorni. Per il modello di Honor 20, al contrario, la certificazione è stata fornita già tempo addietro ma le difficoltà sono anche di altra natura se non più gradi. I due telefoni hanno a bordo si il sistema operativo Android 9 Pie ma allo stato dei fatti non dovrebbero ricevere le costanti patch di sicurezza mensili e neanche il supporto di determinati servizi di Mountain View (un grosso punto interrogativo, ad esempio, riguarda la presenza o meno del Play Store).

Huawei e Android avevano si garantito il supporto software dei device (anche a marchio Honor naturalmente) ma come specificato, solo per quelli già in commercio o in magazzino. Il lancio di Honor 20 e Honor 20 Pro ha avuto la sfortuna di avvenire proprio a cavallo dell’annuncio del ban da parte del governo Trump e sembrerebbe non avere effetti immediati neanche la proroga delle licenze fino ad agosto. Insomma, almeno oggi 24 maggio, la situazione non sembra affatto rosea proprio per i nuovi Honor 20 ma la vicenda è pure in continuo divenire, frutto di nuovi accordi che potrebbero nascere a breve per superare lo stallo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.