Nel nuovo teaser de La Casa di Carta 3 il Professore in tuta svela il motivo del ritorno: chi è stato catturato? (video)

Il Professore spiega perché la banda tornerà insieme nel nuovo teaser de La Casa di Carta 3: Berlino è ancora vivo?

122
CONDIVISIONI

L’appuntamento è fissato al 19 luglio su Netflix, ma il tam tam mediatico intorno a La Casa di Carta 3 è iniziato già da un po’. E il nuovo teaser contribuisce non poco ad innalzare l’hype intorno alla nuova stagione della serie spagnola rivelazione dello scorso anno.

Si tratta di un breve video che vede Alvaro Morte nei panni del “Professore” Sergio Marquina, l’ideatore e coordinatore della rapina alla Zecca di Stato spagnola, svelare il motivo del ritorno in azione della banda di spiantati capaci di stampare e portare all’estero un bottino da 2 miliardi e 400 milioni di euro (984 milioni ciascuno).

Ebbene, il Professore esordisce in tuta rossa – mostrandosi per la prima volta vestito come i 9 membri della banda che ha messo insieme e guidato nella surreale rapina alla Fábrica Nacional de Moneda y Timbre – brandendo orgogliosamente la maschera di Dalì ormai diventata simbolo dell’attacco alla Zecca. E spiega guardando dritto in camera che la polizia ha catturato uno di loro e lo tiene prigioniero in un luogo segreto, dunque bisogna tornare in azione per salvare il compagno detenuto. “Questa volta, faremo le cose in grande” assicura El Profesor, senza però anticipare le mosse del gruppo. Il video contiene anche un riferimento al fatto che questa nuova stagione della serie di Alex Pina voluta da Netflix non fosse inizialmente prevista nei piani dello showrunner spagnolo (il finale della seconda parte era conclusivo e perfetto): “Non avevamo intenzione di tornare, ma vista la situazione siamo costretti a reagire“.

In sostanza, dunque, la trama non dovrebbe essere imperniata su un’altra rapina ma su una missione di salvataggio. Ma chi sarà il compagno catturato dalla polizia? Nel finale della seconda parte de La Casa di Carta tutti i sopravvissuti sono scappati con successo (Nairobi, Stoccolma, Denver, Tokyo e Rio), Oslo e Mosca sono morti durante la rapina, dunque l’unico che potrebbe essere sopravvissuto è Berlino, messo a capo delle operazioni dal Professore e sacrificatosi nello scontro finale coi militari per permettere ai compagni di scappare col bottino. Difficile pensare che nonostante sia stato crivellato di colpi, Berlino sia sopravvissuto e quindi finito in carcere. Più plausibile, anche sulla base del precedente trailer ufficiale de La Casa di Carta 3, che una task force speciale abbia raggiunto un membro della banda in uno dei paradisi fiscali scelti come buen retiro per godersi il malloppo. La banda si riunirà per organizzare la sua evasione dal carcere? Metteranno tutti a repentaglio le loro vite per salvare quella di un compagno pur essendo tutti dei ricercati con mandati di cattura internazionali? Questo è quanto sembra suggerire il nuovo teaser.

C’è poi la tesi più estrema, ovvero che Berlino non sia morto al termine della rapina nello sconto con la polizia ma sia sopravvissuto e sia stato catturato. Che il personaggio del folle, sociopatico ed edonista Berlino tornasse in scena nella terza stagione era già assodato, visto che l’attore Pedro Alonso è apparso sul set allestito a Firenze per girare diverse scene con Alvaro Morte e nelle prime foto promozionali dei nuovi episodi scattate proprio in Italia, ma tutto lasciava pensare che il suo incontro col Professore in Piazza della Signoria fosse un flashback dal loro passato. E se invece Berlino tornasse in carne ed ossa nella terza stagione dietro le sbarre? O magari, c’è un’altra spiegazione ancora che scopriremo più in là.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.