Impattato anche Honor 20 Pro dal caso Google e Trump: rimossa la pagina ufficiale in Italia

Ipotesi poco incoraggianti sull'ultima mossa ufficiale da parte della divisione italiana in queste ore

19
CONDIVISIONI

Ci sono segnali decisamente poco incoraggianti oggi 23 maggio per tutti coloro che sono ansiosi di acquistare un Honor 20 Pro qui in Italia. A meno di due giorni dalla presentazione ufficiale, con cui abbiamo avuto la possibilità di conoscere una volta per tutte la scheda tecnica del nuovo top di gamma Android, occorre prendere atto di una mossa da parte della divisione italiana che si presta a mille interpretazioni. Soprattutto se consideriamo il particolare contesto che si è venuto a creare di recente con il ban Huawei imposto da Trump a Google.

Questa mattina, infatti, la pagina ufficiale dedicata a Honor 20 Pro, all’interno del sito ufficiale di Honor Italia, risulta praticamente rimossa. Il prodotto non viene trovato e la schermata resta bianca, dando vita ad una situazione senza precedenti e che, per forza di cose, ci induce ad immaginare un probabile rallentamento nella commercializzazione del dispositivo. E facendo “due più due”, è impossibile non proiettarsi ai recenti fatti di cronaca, con le potenziali limitazioni imposte anche a Huawei che sulla carta impatteranno soprattutto i nuovi dispositivi concepiti dall’azienda.

Al momento sono solo ipotesi, in quanto manca una comunicazione ufficiale da parte del brand, ma è chiaro che la situazione relativa all’uscita di Honor 20 Pro in Italia cominci a preoccupare coloro che stavano osservando con grande interesse il nuovo modello Android. Naturalmente resteremo con gli occhi aperti nelle prossime ore, in attesa di qualche informazione extra, magari attraverso la stessa divisione italiana.

Che idea vi siete fatti su questa storia? Il ban Huawei, che giunge da Trump e di riflesso anche da Google, avrà un impatto per coloro che erano e sono fortemente attratti dal nuovo Honor 20 Pro? Fateci sapere che ne pensate, in attesa di capirci qualcosina di più su questa vicenda.

Commenti (1):

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.