Dopo lo scherzo di ‘Coincidance’ Monina e Pinuccio di Striscia insieme per il caso Salzano

Nel servizio di Striscia la Notizia l’incontro in terra pugliese tra Michele Monina e Pinuccio, pace fatta e fronte unito contro la causa.

4
CONDIVISIONI

“Terzo matrimonio in arrivo per Salzano”, con questo annuncio ufficiale ieri sera a Striscia la Notizia l’inviato pugliese Pinuccio ha voluto riaccendere i riflettori sugli strani meccanismi che portano alcuni artisti italiani (sempre gli stessi, guarda caso) a prendere parte ad eventi diversi ma legati tra loro. L’anello di congiunzione sembra essere sempre lo stesso ovvero Salzano e la galassia F&P Group, società leader nel booking e nell’organizzazione dei concerti.

La diatriba tra il tg satirico e Ferdinando Salzano è iniziata con il Festival di Sanremo 2019 quando si è sottolineato il fatto che molti artisti della sua scuderia sarebbero saliti sul palco dell’Ariston sotto la guida di un loro “collega”: Claudio Baglioni. Lo stesso Pinuccio fa notare che gli stessi artisti invitati al matrimonio di Salzano sarebbero stati presenti alla kermesse canora di Rai1 e che, a giugno, faranno lo stesso ai prossimi Music Awards 2019 all’Arena di Verona.

Potrebbe non esserci niente di strano se non fosse che, come lo stesso inviato di Striscia la Notizia fa notare, il Music Awards è nato come evento per premiare gli artisti che hanno venduto di più “solo che ad un certo punto tra loro c’erano cantanti che non lo avevano fatto così tanto e così hanno cambiato un po’ i premi, anche se non si capisce poi come”. Infine, Pinuccio fa notare che gli stessi artisti sono “gli invitati al primo matrimonio di Salzano” facendo i nomi (e facendo vedere anche foto e video del lieto evento) di Luciano Ligabue, Antonello Venditti, Fiorella Mannoia, Paola Turci, Annalisa, Francesco Renga, Nek, Biagio Antonacci, Raf e Tozzi, Elisa, Anna Tatangelo, Il Volo e Fabrizio Moro.

A questo punto la parola passa al suo ospite ovvero il critico musicale Michele Monina, che si era fintamente scagliato contro la canzoncina Concindance messa in rete da Pinuccio. Il pezzo ha suscitato l’ira dei fan di Pinuccio nonché di centinaia di pugliesi feriti nell’amor patrio che hanno commentato e scritto email alla redazione di Optimagazine. Proprio lui conferma al microfono del tg satirico:

“Il Music Awards è nato come evento per gli artisti che avevano vinto la certificazione di Disco d’oro o di platino, ma da quest’anno, dato che qualcuno ha fatto notare che non tutti i nomi presentati avevano quelle certificazioni, si è passati a un’ipotesi dei tormentoni dell’estate”.

Pinuccio interviene: “Notiamo che molti di questi artisti appartengo alle scuderie di Salzano…“, e Monina risponde: “Esattamente. Si è ricreata la stessa situazione sanremese: buona parte dei partecipanti è ricollegabile a F&P direttamente o al gruppo tedesco che governa Vivo Concerti, Magellano, Vertigo… sono sempre loro“.

In chiusura del servizio in onda ieri sera durante la puntata di Striscia la Notizia (e che potete vedere cliccando qui), Pinuccio si domanda quanto avrà pagato la Rai per trasmettere l’evento e sempre sulla scia di questo ormai “famoso triplice matrimonio” si è rivolto alla Rai:

“Possono fare un canale musicale e lo chiamano Tele Salzano, con tutti gli ospiti del matrimonio. E i mega ospiti, e suoi testimoni, Fiorella Mannoia e Biagio Antonacci”.

Arriverà mai una risposta ufficiale in relazione a questi “strani” movimenti?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.