A tutta Battle Royale in Call of Duty Mobile: Activision lancia la sfida a Fortnite

Lo sparatutto in prima persona più giocato della storia si prepara a sparare anche su smartphone e tablet

1
CONDIVISIONI

Il nuovo oggetto del desiderio per i videogiocatori su smartphone potrebbe fare rima con Call of Duty Mobile. Si tratta, come intuibile, della versione espressamente pensata per schermi touch di una delle saghe FPS più amate e giocate di sempre, ancora vendutissima su PC e console nonostante la concorrenza si faccia ogni anno più agguerrita. Un’esperienza, quella attesa su dispositivi iOS e Android, per cui Activision ha snocciolato oggi tanti dettagli in anteprima, dando in pasto ai fan un lungo post sul suo blog ufficiale, come riportato dal sito britannico VG247.

Prima di tutto, sappiamo che in Call of Duty Mobile rivestirà grandissima importanza la modalità Battle Royale. Nello specifico, questa sarà fortemente ispirata a Blackout, già vista in Call of Duty Black Ops 4 su PC, PS4 e Xbox One. Non a caso la mappa su cui ci ritroveremo a combattere è praticamente la stessa della controparte “maggiore”, e potrà supportare fino a 100 giocatori in contemporanea. La versione mobile di CoD promette comunque qualche differenza, nel nome della varietà. La prima è che ad inizio partita potremo scegliere tra ben sei classi differenti, ognuna dotata di una propria abilità unica e di gadget esclusivi.

Non solo, sarà possibile far rivivere un proprio compagno di squadra: per farlo bisognerà prendere la sua medaglietta (le dogtag) ed eseguire l’animazione corrispondente, e il giocatore tornerà nell’aereo in cui si inizia la partita. In Call of Duty Mobile – che a questo punto si propone come un concorrente direttissimo di Fortnite Mobile, sia su iOS che su Android – sarà poi presente un altissimo livello di personalizzazione, che passa da skin per armi, equipaggiamenti, veicoli e paracadute, così come pure per partite personalizzate a seconda del setup delle squadre, quindi dal giocatore singolo fino a squadre da quattro giocatori.

Come fa sapere in chiusura il team di sviluppo, lo sparatutto “on-the-go” presenterà una lista di matchmaking separata per gli utenti che utilizzano la visuale in prima persona e per quelli che invece si trovano a proprio agio con quella in terza persona. Vi ricordo che Call of Duty Mobile arriverà quest’anno su Android e iOS, siete pronti ad accoglierlo sul vostro cellulare?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.