False Flag 2 debutta su Sky: la Homeland israeliana in onda dal 21 maggio con i nuovi episodi

Il ritorno di un thriller di tutto rispetto, False Flag 2 su Fox da oggi

Quella che per tutti è ormai la Homeland israeliana sta per tornare anche in Italia con i nuovi episodi della seconda stagione. Stiamo parlando naturalmente della bella e intensa Flase Flag 2 che proprio da oggi, 21 maggio, alle 22.00 su Fox prenderà il via con un singolo episodio a settimana per gli amanti dell’alta tensione e degli spy drama.

False Flag 2 riporterà in tv le caratteristiche che l’hanno resa la serie tv israeliana più venduta in tutto il mondo senza essere un remake internazionale. Il thrilling presentato in anteprima al Festival di Berlino sarà ancora una volta il giusto impasto di thriller, giallo e drama riportando a galla vecchi e nuovi intrighi che coinvolgeranno persone apparentemente comuni al cospetto del protagonista, l’investigatore israeliano Ethan Kopel che sarà al centro di una nuova indagine.

In False Flag 2 Ethan è stato chiamato a risolvere un apparente caso di attacco terroristico quando durante l’inaugurazione del nuovo oleodotto tra Israele e Turchia, un’esplosione uccide vari funzionari del governo e l’ambasciatore turco. I primi sospettati finiranno in un tritacarne in cui anche le vite delle loro famiglie saranno stravolte.

Ad andare in onda questa sera sarà l’episodio 2×01 dal titolo “Scomparsi” in cui scopriremo i primi dettagli dell’attentato e quelli che saranno gli indizi che porteranno ai primi sospettati. La stessa sceneggiatrice Leora Kamenetzky ha rilanciato: “Due donne si sono trovate ad architettare una storia che molto spesso è appannaggio di creatori maschi forse perché le donne in Israele fanno il servizio militare obbligatorio…tutto ciò che fa il Mossad è un’estensione della politica del Paese.

Raccontarla vuol dire mettere in scena un dramma in cui non si può dipingere la realtà solo in bianco e nero”. o stesso conferma la produttrice Maria Feldman: “A me i servizi segreti interessano non solo perché amo John Le Carré e il mondo delle spie, ma anche perché danno ulteriore profondità alle domande che pone la serie su chi siano veramente le persone, quali segreti abbiano e quali relazioni coltivino“. Il pubblico apprezzerà anche questa seconda stagione?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.