Esecuzione dispositivo lenta per Huawei P9 Lite, alcuni consigli dopo il messaggio di errore

Proviamo ad affrontare la situazione, secondo quanto raccolto proprio in questi giorni qui in Italia

7
CONDIVISIONI

Può sembrare strano, ma ancora oggi ci sono tantissimi utenti qui in Italia ancora in possesso di un Huawei P9 Lite. Il device tutto sommato funziona abbastanza bene, anche se la questione relativa alla memoria limita non poco il modo in cui tendiamo ad utilizzare il modello nel quotidiano. Non è un caso che qualche giorno fa sulle nostre pagine vi abbia fornito qualche dritta per rivenderlo, nel caso in cui vogliate recuperare qualche soldino prima di passare a un altro smartphone. Per chi non è ancora pronto, invece, occorre prendere in esame oggi 17 maggio un possibile messaggio di errore.

Inutile dire che l’anomalia in questione sia ancora una volta legata alla memoria interna limitata per Huawei P9 Lite. In particolare, da alcuni giorni a questa parte diversi utenti affermano di aver ricevuto un messaggio di errore che esordisce con “Esecuzione dispositivo lenta“. Come accennato, anche qui il discorso ruota attorno alla memoria, al punto che vengono forniti anche alcuni suggerimenti per liberare spazio e rendere più fluido il device.

Cosa fare in questi casi per migliorare il modo in cui utilizziamo giorno dopo giorno uno smartphone non certo giovanissimo? In primis direi di spostare foto e video presenti in memoria su un PC. A quel punto, per sicurezza, procedete pure con un ripristino dello smartphone, in modo tale da mettervi alle spalle processi e file che in qualche modo stanno limitando il vostro Huawei P9 Lite. Considerando il fatto che non ci saranno ulteriori aggiornamenti correttivi, al momento non avete altre strade da seguire.

Anche a voi è arrivato il messaggio con “Esecuzione dispositivo lenta”? Fateci sapere se avete risolto con queste semplici operazioni, che potrebbero allungare il ciclo di vita del vostro Huawei P9 Lite secondo quanto raccolto di recente.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.